Mi scrive Francesco, 23 anni, maschio, mano destra

grafo_francesco

Ecco un soggetto che, pur avendo avuto dal Buon Dio doti notevolissime nell’intelletto e nella capacità affettiva, lascia spesso che lo stress l’abbia vinta su di lui, e non trae soddisfazione completa da quello che la vita offre.
Un’astrazione intensa obbliga questo soggetto a lavorare a pieno ritmo mentale (e anche di più), ma senza tutta la gioia che potrebbe ricavarne.

In pratica, Francesco – dotato di un intelletto veramente acuto, di un intuito al di sopra della media e di una rara capacità di cogliere e memorizzare il particolare, in ogni sua sfaccettatura – non usa appieno queste sue facoltà, ma tende a rimuginare, ansiosamente.

Questo lo porta ad un grande dispendio di energia, rispetto al risultato che potrebbe essere, invece, brillante, velocemente raggiunto, soddisfacente da ogni punto di vista. Francesco, quando non arriva a terminare come e ciò che vuole, tira fuori le unghie, si cristallizza nel suo pensiero, diviene inamovibile alle sollecitazioni esterne..e si inquieta moltissimo; a volte, si deprime anche.

Ha una composizione di Segni che indicano, esattamente:

  • intenso logoramento nervoso
  • facili spossatezza e svogliatezza, con possibilità di irritabilità
  • nei rapporti personali: logorio da insoddisfazione
  • possibilità di disturbi digestivi
  • oscillazione d’umore tra focosità e ritrazione (a volte condottiero, come è nell’anima; a volte chiuso ermeticamente, come gli impone – probabilmente – anche l’habitat)
  • impazienza – ed anche – momenti di collera per impazienza

E pensare che FRANCESCO ha in sé, oltre alle doti già rilevate:

  • praticità
  • sensibile ingegnosità
  • senso dell’umorismo, anche autoironico (il massimo, nel bagaglio dell’intelletto umano)
  • capacità di scegliere la via più diretta, nei processi assimilativi
  • capacità di tenere sotto attenzione più oggetti/argomenti/fatti
  • eccezionale affettività, con acuta percezione delle necessità altrui
  • capacità di riconciliarsi ottimamente, in caso di disagio o incomprensione
  • altruismo
  • compiacenza verso i deboli

Ottime doti, appunto, che aspettano solo di uscire dalla palude dell’ansia, per dare a Francesco una bella sferzata di energia euforica e di gioia di vivere.

Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.