Tempo di lettura: 2 minuti

Casalmaggiore, Cremona. Una giornata di festa sotto i colori dell’arcobaleno alla società ASD Interflumina, sabato 18 maggio per la giornata dedicata al progetto Fratelli di Sport, aperto a tutti dalle 16,30 al campo di atletica Baslenga. Il Progetto realizzato nell’anno sportivo 2018-2019 ha teso a favorire l’integrazione dei bambini e degli adolescenti e delle loro famiglie migranti attraverso lo sport, l’inclusione sociale nello sport e la tolleranza tra culture diverse.

“ Siamo stati tutti invitati ad applicare i principi del “Manifesto di Sport e Integrazione” impegnandoci a dare il personale attivo e fattivo contributo a favore dell’inclusione e  dell’integrazione dei giovani provenienti da un contesto migratorio e contro ogni forma di discriminazione.” Racconta Carlo Stassano, presidente Interflumina.

“Fratelli di sport”, programma nazionale di sostegno all’attività sportiva come strumento di inclusione, vuole favorire l’accesso allo sport per bambini e ragazzi dai 5 ai 17 anni, anche con background migratorio, provenienti da famiglie economicamente svantaggiate, abbattendo quindi le barriere di tipo economico e culturale.

Il programma perseguiva i seguenti obiettivi:

  • incoraggiare i bambini e i ragazzi a svolgere attività sportiva
  • promuovere la diffusione della pratica sportiva favorendo la partecipazione delle bambine e delle ragazze
  • promuovere i valori educativi dello sport quali la fratellanza sportiva, lo spirito di gruppo, l’inclusione sociale e la valorizzazione delle differenze
  • supportare le famiglie che, a causa di difficili condizioni economiche non potrebbero sostenere i corsi dell’attività sportiva.

Il programma della giornata di festa:

  • Ore 16,30 – Ritrovo Atleti, Famiglie, Associazioni ed Autorità
  • Ore 17,00 – Corse a Staffetta
  • Ore 17,45 – Sfllata con il Gruppo “Il Torrione” verso la Cascina S. Maria
  • Ore 18,45 – Corsa di Orientamento (Orienteering) nella Golena del Po
  • Giochi sull’aia delle tradizioni popolari
  • musica e convivialità
  • con i prodotti tipici delle diverse etnie preparati dalla Famiglie dei “Fratelli di Sport” e non solo
CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *