Parma. Freddy, protagonista della fiaba uscita dalla penna e dalla fantasia di Fabio Carapezza, è un rospo ambientalista, l’amicizia e il rispetto della diversità sono le sue qualità per vivere con altri nello stagno. Titolo: “Freddy il rospetto pulito“.

La fiaba di Carapezza si è classificata al secondo posto al concorso “Floc, l’amico dei bambini e dei ragazzi VIII Edizione” indetto da Giovanelli Edizioni di Bologna, che poi ha deciso di pubblicarla. Al momento il testo viene impiegato dalla LAV di Bologna per attività didattiche nelle scuole. Inoltre a Parma alcune classi stanno facendo laboratori creativi ispirati alla storia, dove l’autore ha cercato di trattare temi come l’amicizia, il rispetto della diversità, l’ambiente.

Se Freddy si impegna con tutta la sua forza per salvare il micro-ambiente in cui vive, fatto di una minuscola società complessa, con ritmi e spazi da condividere, fatta di gioie e di pericoli. Compagni da conoscere e con cui intrecciare relazioni costruttive, uomo compreso. Lo stagno si erge ad habitat simbolo del rispetto dell’ambiente, della biodiversità, dell’attenzione agli altri abitanti. La vita di Freddy e del suo micro-ambiente diviene una metafora che fa bene, non solo ai ragazzi, ma anche a noi adulti.

Ecco la sinossi:

A Rospilandia una frana minaccia d’interrompere il flusso d’acqua di una cascatella che alimenta lo stagno. Freddy è un piccolo rospo che assiste alla decisione dei grandi di cambiare paese per insediarsi altrove. Gli piace farsi la doccia ed essere sempre pulito: si fa coraggio e dichiara di voler dare il suo aiuto e risolvere la crisi dell’acqua. Incontra amici come Vincent il cinghialetto, e ne conosce altri come il sssignor ssserpente vegetariano o l’usignolo di fiume. Riesce a mobilitare molti animali, ma sa che per essere utile alla sua comunità deve cercare l’aiuto di un bambino.

Incontrerà Mattia, che tutte le sere gli permetterà di farsi la doccia nel suo giardino. Il rospetto viene a sapere che la frana è dovuta alla costruzione di una strada da parte degli adulti umani. I due “piccoli” diventano grandi amici, e saranno coinvolti insieme nel duello finale con gli operai per far ritornare l’acqua a Rospilandia.

Fabio Carapezza vive sulle colline parmensi. Laureato in Filosofia, ha esordito in poesia sotto pseudonimo con la silloge Pezzi di vetro nel 1993 (Ibiskos), in seguito al primo premio al Concorso Letterario Giovanni Gronchi.

Per l’acquisto del libro clicca qui

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome