Tempo di lettura: 1 minuto

Gianfranco Rosi e il suo “Fuocoammare” vince agli EFA – European Film Awards che si sono svolti sabato 9 dicembre a Wroclaw in Polonia, la pellicola ha conquistato la statuetta come miglior documentario europeo. Dopo il trionfo al Festival di Berlino, un’altra importante tappa nella corsa agli Oscar per il film dedicato a Lampedusa, avamposto d’Europa e simbolo di accoglienza per gli immigrati.

Accorato l’appello di Rosi al ritiro del premio: “Abbiamo costruito un mondo pieno di muri, violenza e intolleranza in cui non vengono riconosciuti i diritti umani. È passato tempo, ma questi migranti continuano a venire dal mare a chiedere il nostro aiuto. Questo premio vuole abbattere queste barriere tra noi e loro. E questo con un’Europa che non fa il suo dovere“.

Ma il vero vincitore di questa edizione 2016 è stata la commedia in agrodolce “Vi presento Toni Erdmann“, della regista tedesca Maren Ade, già passata a Cannes senza vincere nulla. La pellicola, una storia di un’educazione alla vita da parte di un padre ‘clown’ verso una figlia troppo depressa, ha dato alla Ade non solo la statuetta come miglior film, ma altri quattro importanti premi: miglior regia,  miglior sceneggiatura e la doppietta miglior attore a Peter Simonischek e miglior attrice a Sandra Huller.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *