Mantova – Il prossimo 19 febbraio alla Casa del Mantegna, si aprirà GAM – Giovani artisti Mantovani, una rassegna creativa che nasce come ricognizione della nuova scena visiva mantovana. La mostra, curata da Vincenzo Denti e Gianfranco Ferlisi, indaga uno speciale segmento della locale contemporaneità, delle espressioni di autori che si distinguono per pregio e originalità nelle arti figurative.

Nell’esposizione si parla di cultura visiva giovanile e di complessità espressiva dei tempi contemporanei con trentotto artisti di assoluta qualità, mentre la casa del Mantegna si trasforma in officina di arti per mostrare espressioni di confine in cui la creatività alimenta una nuova comunicazione del pensiero.

In mostra dall’installazione alla videoarte, dalla scultura alla pittura, dalla grafica alla fotografia, non c’è strumento della comunicazione che non sia stato utilizzato in questa rassegna. Tutti questi autori raccontano della volontà di trovare, in un panorama che di certezze ne garantisce poche, una possibile, condivisibile, verità.

In ogni caso con GAM si realizza una mappatura del presente dell’arte Mantovana e si traccia una ipotetica rotta per il futuro. Le distinte personalità degli autori presentano i molteplici aspetti del loro discorso artistico. Si apre così un ampio orizzonte di sperimentazione linguistica che sorprenderà lo spettatore.

Dimostrazione del fatto che un passato ricco di storia non preclude ad un futuro ricco di personalità artistiche, e questi artisti sono il futuro.