Garda, Verona. Lungo il bellissimo Lungolago Regina Adelaide di Garda si svolge dal 18 al 20 settembre Fantasy and Comics. Un numeroso e variopinto mercato ci accompagnerà in questo prezioso percorso alla scoperta di due mondi apparentemente diversi e lontani: l’occidente, con la sua tradizione orale traboccante di fiabe, e l’oriente, patria instancabile di incredibili leggende.

Sperimenteremo i cibi tipici della cucina nipponica, ci avventureremo alla scoperta di una nuova cultura tra i libri e le illustrazioni richiamanti le storie di narrativa più conosciute, incontrando autori fantasy e artigiani, e rilassandoci tra gli stand olistici e di divinazione. Percorreremo assieme il lungolago incontrando molteplici stand di draghi in resina, pietre dure e candele, gioielli celtici, lampade di sale e lanterne di cera alternati a katane, parrucche, lenti, action figure e gadget tipici del Comics.Un’antica leggenda orientale narra che ogni persona nasce con un filo rosso legato al proprio mignolo, un filo lunghissimo, invisibile e indistruttibile, che lo lega indissolubilmente ad un altro individuo.

E’ con questa leggenda nel cuore che si inaugura il “Garda Fantasy and Comics”, che proprio come il filo della storia, rinnova i legami consolidati, unisce e rafforza i nuovi. Per l’occasione verrà celebrata per la prima volta lo scambio della promessa d’amore, rito legato al filo rosso del destino e a cui tutti possono partecipare, previa prenotazione. Il lago di Garda è da sempre uno scenario naturale perfetto per fare da cornice alle foto e, tra sirene e barche, i bravissimi fotografi professionisti di Aifa Cosplay saranno a completa disposizione per immortalare la dimensione ottimale ad ogni singolo scatto e per realizzare il photo set dei nostri sogni. Seguirà il contest online per premiare alcune foto fate alla Festa.

Ingresso gratuito

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.