Padenghe sul Garda (Brescia). Per Plinio il vecchio la casa è dove sta il cuore, dove si custodiscono ricordi, sentimenti e dove si vivono emozioni… sono proprio quelle emozioni che spesso spingono ad esternare quello che si ha dentro.

Le modalità di espressione sono infinite: c’è chi scrive, chi parla, chi legge, chi crea e chi dipinge… sì perché nei colori, nelle pennellate, nella scelta dei soggetti si lascia qualcosa che parla di noi e che si vuole in qualche modo trasmettere agli altri. La condivisione di un bozzetto, di un quadro o di arte in genere non è solo la mera volontà di lasciare il segno, ma è l’espressione più profonda dell’animo umano.

"Il tempo, lo sai, vola" - Stefania Comincini
“Il tempo, lo sai, vola” – Stefania Comincini

Questa sete di infinito la troviamo anche nella scelta di tantissimi turisti che guardano alle proprie vacanze non solo come momento ludico, ma come attimi in cui rifocillare lo spirito; infatti si registra un costante aumento di chi sceglie art hotel, alberghi diffusi, strutture ricettive ecosostenibili. Proprio a sostegno di un turismo orientato sì al divertimento, ma anche alla storia, alla musica e all’arte si colloca il Benaco, che ha offerto in questa bella estate 2016 numerosi eventi.

Sulla stessa scia, l’incantevole Villa delle Rose a Padenghe ha impreziosito la già suggestiva location con i quadri dell’artista bresciana Stefania Comincini, che ha recentemente dichiarato come la sua arte sia “l’esigenza di esprimere altro, di far emergere la parte meno razionale di me. La voglia di scoprire un mondo diverso dove la mente non comanda, dove padroni sono il cuore, le sensazioni, la fantasia. Ho trovato questo mondo nei colori.”

Quando la magia del blu del Garda incontra le mirabili creazioni di un artista…là sta Villa delle rose.