Milano – Giunge alla ottava edizione la storica gara di nuoto milanese non agonistica GRAN FONDO DEL NAVIGLIO in programma il 7 settembre lungo il Naviglio Grande e anche per quest’anno sarà promossa come sempre dall’associazione TERRE DEI NAVIGLI SPORT E NATURA con il supporto operativo dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia – 1°Gruppo Milano “M.O.V.M.  A. Carabelli”.

In acqua quest’anno 168 nuotatori. La competizione, nata nel lontano 1895 e ripresa dal 2011, da sempre riscuote grande successo e attira la curiosità e l’interesse di partecipanti e pubblico di Milano e non solo.

La manifestazione milanese invita anche quest’anno gli atleti a “Nuotare per Bene” confermando il sodalizio con l’ASSOCIAZIONE CAF ONLUS come unico Charity Partner. Abbinando la sfida sportiva a una solidale sarà possibile sostenere la cura psicologica del trauma subito dai bambini vittime di abusi e maltrattamenti ospiti delle Comunità Residenziali dell’Associazione.

Tutto pronto per la gara di sabato
Tutto pronto per la gara di sabato

Per permettere a tutti i nuotatori, dai più atletici agli amatori, di partecipare alla manifestazione e cimentarsi con le acque del Naviglio, la gara si sviluppa lungo tre percorsi tutti a favore di corrente e con diversi chilometraggi:
LUNGO 24,5 Km Cassinetta di Lugagnano – Milano/Darsena partenza ore 13.30
MEDIO 14 Km Gaggiano – Milano/Darsena partenza ore 14.30/15.00
BREVE 2 Km Milano Canottieri San Cristoforo – Milano/Darsena partenza ore 15.30

Al termine della manifestazione saranno premiati per ogni categoria i primi tre nuotatori uomini, le prime tre nuotatrici donne e verrà assegnato un premio speciale al nuotatore più “grande” e più “giovane” di ogni singola categoria.

Novità di quest’anno sarà la presenza degli atleti della SPECIAL OLYMPICS che saranno ospiti della manifestazioni e gareggeranno tra di loro sul percorso dei 2 km. Special Olympics è un programma internazionale di allenamenti e competizioni atletiche per persone con disabilità intellettiva.

Jaguar
Jaguar

Le attività sportive, praticate insieme a chi possiede pari abilità, consentono di migliorare la qualità della vita, creando le condizioni per raggiungere il massimo dell’autonomia possibile. Lo sport, offrendo continue opportunità di dimostrare coraggio e capacità, diventa un efficace strumento di riconoscimento sociale e di gratificazione.

Altra novità è Jaguar, un golden retriever, mascotte del Gruppo di Milano dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia. Jaguar è un veterano di dieci anni, che farà coppia con il suo istruttore Carlo Bianco, e sarà uno dei sei cani delle unità cinofile che, insieme ad altri dieci assistenti bagnanti, garantiranno la sicurezza della Gran Fondo del Naviglio, un po’ come avviene in mare, dove a garantire la sicurezza è sempre stata la Guardia Costiera/Marina Militare.

Pochi sanno, infatti, che Milano, anche se non ha il mare, è una città “profondamente” marinara. È, infatti, una delle città che, alla ‘Regia Marina’ prima e alla ‘Marina Militare’ poi, ha fornito più marinai e il Gruppo di Milano dell’ANMI è il più antico d’Italia, non a caso denominato “1° Gruppo”, erede del primo nucleo dell’Unione Marinara, fondata proprio sulle sponde della Darsena meneghina l’ 11 febbraio 1911, dunque, più di 108 anni fa, dal SottoCapo Nocchiere Ruggero Bertola.