Venuto modottiVicenza. Dal 3 al 7 settembre Gian Carlo Venuto realizza un murales nell’area espositiva Diva Gioielli. L’artista rende omaggio a Tina Modotti nell’ambito della Fiera Internazionale del Gioiello che si terrà nei prossimi giorni.

L’artista, pittore e decoratore nato nel 1951 a Udine, realizzerà dal vivo un murales con un soggetto dedicato alla fotografa e attivista friulana a 120 anni dalla sua nascita.

Si tratta di un intervento unico e di sicuro interesse per il pubblico presente, che potrà osservare l’opera in divenire, un murales a carboncino realizzato secondo l’antica tecnica italiana dell’affresco, nello spazio espositivo di Diva Gioielli. Il marchio friulano, che nella scorsa primavera ha vinto il premio Première2017 per il design del bracciale Galaxy, attraverso la produzione di gioielli in argento narra e interpreta una certa parte di universo femminile contemporaneo e promuovendo questo intervento dichiara di non poter prescindere dal legame con la storia e il linguaggio culturale della terra d’origine.

Venuto calla
La Zantedeschia, la pianta comunemente chiamata calla

Con l’opera dal titolo Homenaje a Tina Modotti, Venuto reinterpreta la Zantedeschia, la pianta comunemente chiamata calla che dà un fiore carnoso, dalla rotondità aperta, piena e capace di trasmettere tutta la vitalità e la forza generatrice dell’essere donna. Elegantissimo nel suo ergersi verso il cielo con lo stelo lungo, colmo di linfa, nutrito dall’acqua vitale. Sembra fragile nel suo biancore, ma la sua è una pianta perenne. Tina Modotti l’ha immortalato in fotografie sullo studio della luce, entrate nella storia della cultura mondiale.

Venuto torna ad omaggiare la Modotti dopo aver realizzato un’opera con tecnica mista su legno nel 2013 in Messico – seconda patria della Modotti, a Mahahual nell’ambito del Festival Cruzando Fronteras.

Il vasto e qualificato pubblico di VicenzaOro 2016, composto da gioiellieri, orefici e buyers internazionali avrà l’occasione per vedere in atto un artista e scoprire le origini friulane di Tina Modotti, musa e ispiratrice contemporanea.