Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia. C’è tempo ancora fino a venerdì 24 dicembre per iscriversi al Winter Camp che la Fondazione Brescia Musei organizza durante la pausa scolastica per le vacanze invernali. Il camp dell’inverno propone fantasiose esperienze artistiche ispirate a questo magico periodo dell’anno, per giocare ad arte tra i capolavori dei Musei civici.

Tre le proposte dell’edizione di quest’anno, con due grandi novità: la prima è che il winter camp si terrà anche nelle affascinanti sale della Pinacoteca Tosio Martinengo per conoscere da vicino questo straordinario scrigno dell’arte; la seconda è che per la prima volta è in programma anche un progetto dedicato esclusivamente agli adolescenti, un target nuovo a cui guarda la Fondazione Brescia Musei. I winter camp si terranno dalle 8.30 alle 15.30.

Ai ragazzi maggiori di 12 anni è infatti dedicato il percorso Danzare con l’arte: un’offerta praticamente unica tra quelle che i musei riservano a questa delicata e complessa fascia d’età. Il winter camp per gli adolescenti, che si terrà dal 27 al 31 dicembre, sarà un viaggio sperimentale, che non richiede capacità specifiche, tra movimento, danza e pittura condotto da una danzatrice con competenze artistiche. Si giocherà con il corpo per descrivere e rendere dinamico il ritmo dell’architettura del meraviglioso Museo di Santa Giulia, lasciandosi affascinare dai meravigliosi reperti conservati nell’ex monastero, attraverso una delle più interessanti pratiche della danza contemporanea, inventata dalla grande coreografa tedesca Pina Bausch.

E ancora, si andrà alla scoperta dei tantissimi ritmi presenti negli spazi del museo per arrivare alla sperimentazione contemporanea ispirata all’opera di Piero Manzoni, e ci si immergerà nella meravigliosa esperienza del dipingere suoni, note e accordi, guidati dalle opere del pittore della musica Wassily Kandinsky. Infine, attraverso la conoscenza del lavoro di Hans Hartung e Georges Mathieu si arriverà all’origine dell’arte figurativa, analizzando il segno, la forma più semplice e originaria della composizione pittorica.

Gli altri percorsi ideati e progettati dai Servizi Educativi della Fondazione Brescia Musei sono invece rivolti ai bambini dai 6 agli 11 anni: Magie d’inverno, dal 27 al 31 dicembre, e Tesori tra Magi e Befane, dal 3 al 7 gennaio 2022.

Partendo dall’analisi dei dipinti esposti nella Pinacoteca Tosio Martinengo le Magie d’inverno porteranno i bambini a scoprire il significato profondo e personale della parola “prezioso”, le tantissime curiosità che si nascondono nei dipinti esposti, immaginando le storie e i sogni che si celano dietro i volti dei protagonisti delle opere, fino ad arrivare a una lettura contemporanea de Il pranzo di Diego Velázquez esposto temporaneamente nelle sale della Pinacoteca e proveniente dal prestigioso Museo dall’Ermitage di San Pietroburgo. All’ora di pranzo ci si sposterà nel Museo di Santa Giulia dove, passeggiando tra luoghi e storie antiche, si porteranno a termine i lavori iniziati la mattina.

cof

Tesori tra Magi e Befane sarà l’occasione per trascorrere gli ultimi giorni di vacanza immergendosi in attività creative ispirate alle bellezze e ai tesori conservati nel Museo di Santa Giulia. Dalla scoperta del grande valore educativo che il tempo del gioco aveva per bambini e bambine romani alla realizzazione dei giocattoli con materiali naturali come i nostri antenati 2000 anni fa, dall’osservazione delle opere esposte alla loro interpretazione muniti di cavalletto, supporto, fogli e fusaggine. Aspettando la befana, con materiali bizzarri e nuove sperimentazioni, si darà vita alle più fantasiose e buffe calze porta dolci che si siano mai viste, mentre le “vacanze creative in museo” si concluderanno con il tesoro dell’antico monastero: tre preziosi oggetti, dal valore inestimabile, per una giornata alla scoperta dello straordinario patrimonio dell’antico monastero di Santa Giulia.