Tempo di lettura: 2 minuti

Orzinuovi (Brescia) – “Gioco” è una parola che fa pensare all’infanzia, alla purezza. Ma può diventare una rischiosa patologia quando giocare si trasforma in un’ossessione che modifica i nostri atteggiamenti sociali.

La dipendenza da gioco, incentivata oggi da forme che invogliano l’approccio d’azzardo e che promettono facili guadagni, sta diventando una vera e propria piaga sociale.

A facilitare ed “alleggerire” il meccanismo la formula del gioco on line, in cui l’utente non deve neppure scomodarsi a vestirsi, uscire di casa e metterci la faccia, ma può semplicemente “giocare” cliccando dal divano di casa, a qualsiasi ora.

Lo scorso dicembre Regione Lombardia ha indetto una raccolta di progetti di prevenzione e contrasto alle forme di dipendenza dal gioco d’azzardo. Il Comune di Orzinuovi e la Fondazione Sagittaria per la salute mentale o.n.l.u.s.hanno presentato la proposta progettuale “GIOCARE E’ UN’ARTE: METTILA DA PARTE!”.

L’idea centrale è combattere il fenomeno partendo dai giovani. Antidoto al nuovo veleno sociale sarà, infatti, un gruppo di ragazzi che, grazie ad un percorso formativo della durata di un anno, aiutati da psicologi, educatori ed esperti del settore, diventeranno la risposta per la promozione della salute contro la dipendenza comportamentale del gioco d’azzardo patologico.

“Il target su cui si lavorerà sarà un gruppo di adolescenti tra i 14 e i 18 anni sensibilizzati alle tematiche del gioco d’azzardo.”  specifica la dottoressa Annamaria Martinelli, Medico specialista in Psichiatria e formatrice regionale e nazionale per il gioco d’azzardo patologico.

I luoghi del progetto saranno quelli dell’aggregazione giovanile nel territorio di Orzinuovi,” – sottolinea la dottoressa Martinelli – “come l’oratorio, la biblioteca e le scuole, poichè siamo fermamente convinti che quando la prevenzione inizia dalle giovani generazioni la cultura del benessere può essere realmente un risultato definitivo”.

CONDIVIDI
Laura Simoncelli
Dopo il diploma di liceo scientifico, si laurea all’Univeristà Cattolica di Brescia nel 2004 in Lettere e Filosofia. Collabora con Fondazione Civiltà Bresciana e Bresciaoggi con stesura di articoli sportivi, cronaca e tempo libero. Dal 2004 al 2017 fa parte della redazione di popolis. E’ docente di italiano e storia presso le scuole medie e superiori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *