Tempo di lettura: 2 minuti

Mompiano (Brescia) –  Dopo la prima tappa di Milano, “Giochi di inOrto Summer Tour” della Fondazione Bonduelle prosegue la sua marcia ed arriva a Brescia. L’appuntamento è per giovedì 11 luglio per una giornata dedicata ad educare i bambini sull’importanza di consumare verdura quotidianamente e sensibilizzarli sul tema dello spreco alimentare.

Le attività si terranno presso la “Novalis Open School” di Mompiano, in collaborazione con il “Ludo Braille Summer Camp”, in un ambiente protetto ed immerso nel verde.

Per la prima volta, La Fondazione Bonduelle dedica il progetto “Giochi di inOrto” alle famiglie di Brescia con una proposta estiva innovativa ed originale d’inclusione rivolta anche a bambini non vedenti. Un progetto unico sul territorio nazionale di integrazione, attraverso uno straordinario viaggio sensoriale in cui bambini si divertono imparando a stare insieme.

I Giochi inOrto arrivano a Mompiano
I Giochi inOrto arrivano a Mompiano

“Quest’anno con la Fondazione Bonduelle abbiamo pensato di andare a offrire un’ attività piacevole a tutti quei bambini che anche nelle giornate estive rimangono in città mentre le scuole sono chiuse e i genitori lavorano” – spiega Federica Barabino, responsabile della Louis Bonduelle Foundation per l’Italia – “Da qui nasce l’idea di Giochi di inOrto Summer Tour, che porta il nostro gioco di educazione alimentare e anti spreco in giro per le maggiori città lombarde.

A Brescia abbiamo voluto fare ancora di più, collaborando con un camp per bambini non vedenti – aggiunge Barabino- così per la prima volta anche i bambini con problemi di vista potranno svolgere le nostre attività legate a verdure e ortaggi”.

Sin dalla sua nascita nel 2004, Fondazione Bonduelle ha promosso numerose iniziative volte a promuovere un’alimentazione sana e sostenibile su tutto il territorio nazionale. Giochi di inOrto è un’attività educativa ludica che negli anni ha già sensibilizzato 3000 bambini sull’importanza del consumo di verdura e frutta – nel quadro di un’alimentazione sana ed equilibrata – attraverso esercizi e giochi mirati alla scoperta del gusto di non sprecare cibo e risorse.

I bambini tra i 5 e i 12 anni si metteranno in gioco seguendo, attraverso diverse prove e domande, il percorso per raggiungere l’obiettivo finale: la creazione di un vero e proprio orto.

Oltre a rispondere alle domande, bisognerà superare delle prove pratiche. I giochi interattivi infatti hanno lo scopo di insegnare ai bambini diverse attività come la preparazione del terreno, la semina, la cura e il raccolto delle piantine. Insomma, un’occasione per sensibilizzare i più piccoli a mangiare le verdure e a un consumo consapevole.

Nata in Francia nel 2004 e approdata in Italia dal febbraio 2005, è un’istituzione senza scopo di lucro che dal 2005 si impegna concretamente in Italia per fare in modo che le verdure entrino a far parte del consumo quotidiano con iniziative utili, pratiche e originali.

La Fondazione si propone, come mission sociale, di favorire un’evoluzione sostenibile dei comportamenti alimentari, nel rispetto dell’umanità e del pianeta. Le attività sono, infatti, finalizzate a informare le popolazioni e sviluppare le conoscenze scientifiche, incoraggiandone anche l’applicazione sul campo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *