Tempo di lettura: < 1 minuto

Brescia. La Casa della Memoria, nata dopo la strage di Piazza della Loggia, riunisce gli eventi in programma per la Giornata della Memoria che ogni 27 gennaio ricorda la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz.

Dal 21 al 3 febbraio a Brescia e provincia in programma incontri, mostre, piece teatrali, itinerari e video on line per non dimenticare ciò che è accaduto e non dovrà più accadere.

La locandina che riunisce gli eventi inizia con una frase di Liliana Segre:

“Non abbiamo bisogno di eroi,

serve però tenere sempre viva

la capacità di vergognarsi per il male altrui

di non voltarsi dall’altra parte,

di non accettare ingiustizie.”

Oltre alle iniziative in programma, lunedì 24 gennaio alle 18,30 una messa nella chiesa di Santo Stefano a Brescia in ricordo di G. Andrea Trebeschi, che con la cenere del lager di Gusen (Austria) ha pagato con altri migliaia l’ultimo prezzo del suo programma e del suo destino: “Ama il prossimo tuo come te stesso”.  Un prossimo di ebrei, cattolici, cristiani, ortodossi, protestanti-politici, migranti, testimoni di Geova, omosessuali, asociali, rom e sinti, disoccupati, MA anche delinquenti comini, aguzzini e carnefici.

Il programma:

 

 

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.