Pescarolo ed Uniti (Cremona) – L’ Europa ha promosso per domenica 6 settembre la celebrazione della “Giornata Ebraica” che ha nel nostro territorio, precisamente nel comune di Ostiano, importanti testimonianze per ricordare una presenza che risale presumibilmente all’inizio del XVI° secolo, come si apprende da una nota del rabbino Azriel Diena del 1521 e nella quale scrive di un “quorum di ebrei a Ostiano, iniziato da ebrei italiani e ai quali si sono poi uniti gli Ashkenaziti”.

Tracce di questa presenza si trovano poi dal cimitero ebraico, alla Sinagoga, al castello e relativo teatro, e lapidi a ricordo di benefattori ebrei. In merito la lapide a ricordo della benefattrice ebrea Brunner Edvige, voluta dal marito Lazzaro Frizzi, e che si trova, sia presso l’ex asilo, oggi Biblioteca che presso l’Ospedale, oggi Fondazione Pari.

Molte notizie sono ormai facilmente recuperabili da internet, dove si riportano anche nomi di studiosi della cultura ebraica, tra questi l’Ostianese maestro Regonini G., con le pubblicazioni del 1982 e 2000, rispettivamente con i titoli “Gli ebrei in Ostiano” e “Disposizioni dei principi di Bozzolo pei banchieri ebrei di Ostiano”.

A ricordarci il momento, per quanto ci riguarda, come ormai tradizione, è l’immancabile Minera che, con grande passione, conserva pulito il cimitero ebraico di via Montagnetta, oltre a raccontare ai visitatori la storia delle varie lapidi in esso contenute e, come sempre, sarà presente presso il cimitero dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 19.00 di domenica 6 settembre. Sarà invece il Comune ad assicurare l’apertura della Sinagoga e del teatro, oltre a organizzare visite guidate nell’abitato.