Darfo Boario Terme (Brescia) – Sabato 25 novembre è la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999. La data del 25 novembre fu scelta in ricordo dell’orrendo assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal considerate esempio di donne rivoluzionarie per l’impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo, il brutale dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell’arretratezza e nel caos per oltre 30 anni.

Per celebrare al meglio la ricorrenza, il Comune di Darfo Boario Terme ha messo in cantiere diverse iniziative che avranno inizio già dal giorno precedente, venerdì 24 novembre.

Il programma.

  • Venerdì 24 novembre, ore 20.00 – Insieme al cinema. Nella sala 1 del cinema Garden verrà proiettato il docu-film “Sara” di Stefano Pistolini e Massimo Salvucci, che cerca di dare uno squarcio di verità sulla morte di Sara di Pietrantonio per mano del suo ex-fidanzato. La pellicola, che mette in luce il ruolo determinante delle forze dell’Ordine, sarà introdotta da Daniela Ducoli che intervisterà il Ten. Col. Salvatore Malvaso (Comandante della Compagnia Carabinieri di Breno) e Anna Zinelli (ccordinatrice del Centro Antiviolenza “Donne e Diritti”). Ingresso libero e gratuito.
  • Sabato 25 novembre – Alle ore 17.30, dal Centro Antiviolenza “Donne e Diritti” di Via Barbolini, partirà la fiaccolata “No al silenzio. Basta violenza sulle donne“. Il Centro Antiviolenza sarà aperto fin dalle 16.30 con le presenza delle operatrici volontarie a disposizione di tutti coloro che sono interessati a saperne di più. Dichiara Doralice Piccinelli, Assessore alle Pari Opportunità della cittadina camuna: “Crediamo che la conoscenza di questo servizio, anche per chi non ne ha fortunatamente necessità diretta, sia fondamentale per diffondere sempre più la consapevolezza che questo terribile fenomeno può essere arginato solo con il contributo di tutti, il problema infatti riguarda l’intera comunità di Darfo e della Valle Camonica”.
    Insieme a teatro. Alle ore 21.00, presso il Centro Polifunzionale di Demo è in programma lo spettacolo teatrale “L’ombelico nella scatola” di Andrea Malpelli, per la regia di Lorenzo Trombini. Un testo scritto partendo dalla testimonianza di donne vittime di violenza.
  • Da lunedì 20 novembre sino a domenica 3 dicembre sarà esposta al pubblico, presso il Municipio di Darfo, l’installazione “NotInvisible” di Giulia Manella, artista darfense che con questa opera, vincitrice del concorso bandito dall’associazione “EquAnime”, intende rappresentare la quantità di donne vittime di violenza di genere in Valle Camonica.