Brescia – Nei primi giorni di dicembre si sono svolte due importanti manifestazioni cinematografiche in Grecia e in Italia, nelle quali alcune produzioni bresciane si sono particolarmente distinte guadagnandosi meritatamente menzioni speciale e premi. Si tratta di film d’animazione realizzati da bambini e ragazzi che hanno partecipato ai laboratori a cura di Avisco e Fondazione PInAc.

Da Pyrgos, cittadina del Peloponneso, dove dal 28 novembre al 5 dicembre si è svolta la 15ª edizione del Festival Camera Zizanio arrivano un premio e una menzione speciale.

La giuria, composta da giovani e giovanissimi provenienti da tutto il mondo, coordinati dai loro insegnanti, ha assegnato il 2° premio della sezione “Scuole secondarie” a “Confini“, film d’animazione in plastilina realizzato dagli alunni dalle classi I C e I F della scuola secondaria di I grado “Dante Alighieri” di Calcinato che, insieme ai loro insegnanti Quirino Novellino e Flavio Caporizzo, hanno partecipato al laboratorio di cinema d’animazione organizzato da Fondazione PInAC di Rezzato, nell’ambito del progetto “Metissakana“.

La menzione speciale invece è andata a “Il viaggio“, film realizzato dai giovani pazienti animatori dell’Ospedale dei bambini di Brescia nell’ambito del progetto Cartoni animati in corsia, a cura di Associazione Avisco.

Buone notizie anche dal “Sottodiciotto” Film Festival di Torino (4-11 dicembre 2015), dove la giuria ha assegnato il 2° premio della categoria “Scuola primaria” al film “La libertà è fiorita“, ideato, costruito, animato e sonorizzato dalle bambine e dai bambini delle classi quinte della scuola primaria “Calini”, coordinati dalle insegnanti Maura Bertolazza e Lavinia Prati, in un laboratorio a cura di Avisco.

Confini
Confini

Molto interessante la motivazione:Utilizzando un linguaggio semplice e immediato, il video riesce a conciliare grandi temi come la libertà e il valore della diversità con l’immediatezza della storia e della tecnica. Attraverso la piacevolezza del racconto il lavoro trasmette un senso di serenità e di gioia”. E ancora, il film “Confini” si è aggiudicato qui il Premio “Storie di Sport. Torino 2015 – Capitale Europea dello Sport” con la motivazione: “per l’efficace utilizzo del linguaggio metaforico. Il confine rappresenta un punto di contatto in cui lo sport può assumere un ruolo importante. Nella vita come nello sport infatti l’attraversamento dei confini e l’incontro è una scelta e un impegno coraggioso”.

Tutti i film citati sono visibili on-line sul canale Vimeo di Avisco e sul canale Youtube di Fondazione PInAC.

Associazione Avisco e Fondazione PInAC da anni lavorano in sintonia nella produzione e sperimentazione audiovisiva, coinvolgendo bambini e ragazzi in percorsi di scoperta delle potenzialità espressive e comunicative del linguaggio audiovisivo. La partecipazione a festival, rassegne e le numerose collaborazioni internazionali sono strumenti per dare visibilità ai film realizzati dai giovani e giovanissimi, aprirli al confronto con i coetanei e renderli accessibili ad un pubblico il più ampio e variegato possibile.