Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. “La quantità, qualità e dignità del lavoro è la grande sfida dei prossimi anni per la nostra società nello scenario di un sistema economico che mette al centro consumi e profitto e finisce per schiacciare le esigenze del lavoro”. Lo scrivono i vescovi italiani nel Messaggio della Commissione episcopale.

In questa linea un importante incontro in programma per giovedì 24 maggio alle ore 21 presso le Acli di via Massaia 22, dal titolo: “giovani e lavoro: cercatori o creatori?”. Interviene don Bruno Bignami vicedirettore Ufficio nazionale per i problemi sociali e del lavoro della CEI.

L’incontro presenterà le buone pratiche che amministratori, imprenditori, educatori, pur nella crisi del momento, hanno saputo mettere in atto per creare occupazione buona, in termini di qualità e senso, per i giovani. Si tratta di esperienze presentate alla 48° Settimana Sociale dei cattolici a Cagliari e che dimostrano come la sinergia e le alleanze stipulate tra i diversi attori del territorio possono generare possibilità di lavoro dignitoso per le nuove generazioni.

Oggi, la ricerca di un posto di lavoro si pone come una delle più drammatiche sfide per il nostro Paese che, tra tutti quelli dell’Unione europea, ha una quota di disoccupazione giovanile tra le più alte in assoluto e la maggiore percentuale di giovani che non lavorano né studiano.

Da qui la necessità di impegnarsi coi giovani per costruire opportunità di lavoro ‘libero’ non sfruttato, ragionevolmente retribuito e stabile, che dia loro la certezza del futuro e che diventi il pilastro di un nuovo modello di sviluppo che rimetta al centro l’economia reale e quindi il reddito da lavoro.

L’incontro è organizzato dalle Acli e dalla Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *