Tempo di lettura: 1 minuto

Fra le tante norme comprese nella legge di stabilità 2017  approvata dal Parlamento a metà dicembre, vi è anche un incentivo rivolto a giovani di età compresa tra i 16 ed i 29 anni in cerca di una occupazione, i cosiddetti Neet (not in employment, not in education, not in training) che dal 2005 al 2015 in Italia sono aumentati del 10%: un dato superiore alla media degli altri paesi Ocse.

I fondi stanziati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali , attraverso l’Agenzia per le politiche attive del lavoro, ammontano a 200 milioni di euro e la loro gestione è stata demandata all’Inps.

L’iniziativa si inquadra in  Garanzia Giovani, una più vasta strategia, di respiro europeo (con il programma Youth Guarantee), che ha l’obiettivo di prevenire il rischio di disoccupazione di lunga durata, favorendo l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.

scheda_incentivo_giovani_sud

Il programma si applica a tutto il territorio nazionale (con la sola esclusione della Provincia autonoma di Bolzano) e individua le Regioni come organismi intermedi.

L’agevolazione consiste in un incentivo economico di importo variabile (massimo 8.060 euro) pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro; l’incentivo deve essere utilizzato entro il 28 febbraio 2019.

Gli imprenditori che intendano approfittare dell’agevolazione devono inoltrare un’istanza in via telematica all’Inps che a breve diramerà una specifica circolare per definire le modalità di fruizione del beneficio. Le domande presentate saranno autorizzate secondo l’ordine cronologico di presentazione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *