Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Il museo di Santa Giulia ospita venerdì 22 maggio alle 9,30 l’evento finale di premiazione dei grandi libri artistici, composizioni creati da istituti scolastici, usando materiali di riciclo stimolando nei giovani artisti un duplice indirizzo: l’arte e il riuso di materiali. La cerimonia si svolgerà presso White Room, del museo della città.scuola

Il progetto è stato ideato e seguito dalla Cooperativa Sociale Cauto, con il settore di Educazione Ambientale, che da tempo sensibilizza al rispetto per l’ambiente promuovendo progetti indirizzati alle scuole. “Gira e Ricicla – Per un riutilizzo fatto con arte”, ha visto l’adesione di oltre 70 classi tra scuole primarie e secondarie di primo grado di 9 diversi Istituti Comprensivi, grazie al finanziamento della Fondazione Comunità Bresciana e al co-finanziamento di Provincia di Brescia, Comieco, Cartiera di Nave e il contributo dei Comuni di Brescia, Gardone Riviera, Lonato, Manerbio, Nave e San Zeno Naviglio. Obiettivo del progetto: avvicinare alla cultura del risparmio delle risorse e del riuso dei materiali, in particolare di carta e cartone.

Per mettere in pratica i temi del progetto, le classi si sono cimentate nella realizzazione di Grandi Libri Artistici, opere interamente fatte di materiali di recupero, trasformando il racconto “E se tutto parlasse?”, scritto dal burattinaio Mario Raggi, in un grande libro illustrato. In tutto sono stati realizzati una cinquantina di Libri Artistici.

Il progetto si conclude ufficialmente il 22 maggio, giorno del riconoscimento finale dei 9 libri vincitori, uno per ogni Istituto Comprensivo. Il tutto avrà luogo a Brescia presso la White Room del Museo di Santa Giulia. L’evento, presentato da Angela Garbelli di Infosostenibile, si svolgerà a partire dalle 9.30. I 9 migliori Grandi Libri Artistici verranno presentati dai ragazzi delle classi premiate. Si procederà poi al momento solenne della loro “ingressatura”, che sancisce la definitiva acquisizione delle opere negli archivi delle biblioteche di riferimento dei diversi Istituti Scolastici. Seguirà infine la lettura animata del libro “Le chiocciole di Amemì”, scritto per il progetto dall’autore Raffaele Castelli Cornacchia.

 

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *