Tempo di lettura: 3 minuti

5Milano. La Borsa Internazionale del Turismo BIT, storica manifestazione che dal 1980 porta nel capoluogo lombardo operatori turistici e viaggiatori da tutto il Mondo, torna dall’11 al 13 febbraio a Fieramilanocity, nel centro di Milano. Confermata anche la nuova formula che vede la prima giornata, domenica 11 febbraio, aperta a tutti e le giornate del 12 e del 13 febbraio riservate ai professionisti del settore.

Bit ha da sempre due anime: quella del pubblico dei viaggiatori, sempre più informati ed esperti di viaggi, e quella degli operatori professionali della filiera tradizionale, agenti di viaggi, tour operator, compagnie di trasporto, hotel, fornitori di tecnologia e stampa di settore.

Nel corso degli anni si è aggiunta alla manifestazione una nuova platea, interessata sempre più ai contenuti oltre che al tradizionale incontro tra domanda e offerta: questa è composta da operatori del travel online, startupper, travel blogger, neo laureati e giovani professionisti in cerca di opportunità di lavoro e formazione. Bit 2018 offre contenuti e occasioni di incontro a tutti questi protagonisti del turismo con giornate e aree tematiche dedicate.

Le destinazioni e le modalità di viaggio più aggiornate si presentano a Bit 2018 con:

  • L’Italia favorita dal turismo esperienziale
  • L’Europa cresce grazie ai city break
  • Ripresa del Mediterraneo e in parte anche del Medio Oriente
  • Nel lungo raggio al top USA e Giappone e crescono le mete “alternative” in Estremo Oriente, Africa e Sudamerica
  • Sempre bene i classici amati dagli italiani in Asia, Caraibi e Oceano Indiano

Il momento positivo che sta vivendo il nostro Paese, oltre 420 milioni di presenze nel 2017, +4,2% sul 2016 soprattutto grazie ai flussi esteri, si conferma a Bit 2018 con la presenza pressoché completa delle Regioni italiane ed è sottolineata da prestigiose new entry e rientri quali Lazio, Liguria e Umbria oltre a Roma Capitale e all’associazione di Comuni pugliesi Benvenuti in Puglia.

La novità degli ultimi anni è che sempre più viaggiatori scelgono percorsi alternativi, oltre il tour classico, per sperimentare dal vivo l’autentico Italian Lifestyle con vacanze esperienziali ispirate all’enogastronomia, rappresentata in manifestazione dell’area A Bit of Taste, o magari trovare il luogo ideale per sposarsi nel Paese più romantico del mondo, segmento a cui si rivolge l’area I Love Wedding.

Continua anche la crescita del fenomeno city break (secondo uno studio della Direzione del Turismo Francese, rappresentano ormai il 28% dei viaggi internazionali) che si rispecchia nella partecipazione di destinazioni europee tra le quali spiccano città come Bruxelles, una delle capitali più trendy del momento, e anche di mete leisure come le isole Azzorre e Canarie.

Tra le regioni emergenti, sempre più gettonata l’Europa dell’Est presente a Bit 2018 con Croazia, Polonia, Romania, Russia e Slovenia. Dopo alcune instabilità politiche degli scorsi anni, si mostra in ripresa anche l’area mediterranea e del Medio Oriente, molto presente con destinazioni quali Algeria, Cipro, Egitto, Giordania, Georgia, Grecia, Iran, Israele, Marocco, Tunisia e Turchia.

E nel lungo raggio? Gli Stati Uniti si confermano destinazione extraeuropea più amata dagli italiani, non a caso il Paese, che offre un’ampia scelta di esperienze di viaggio fra natura e grandi metropoli, ha deciso di rafforzare la partnership con Bit 2018 attraverso un progetto di co-marketing di Brand USA / Visit USA che porterà in manifestazione 100 Agenzie di Viaggi ospiti.

Fra le destinazioni di tendenza per la vacanza culturale questo è senza dubbio l’anno del Giappone, scoperta recente, ma in forte crescita, per il mercato italiano, mentre il trend viaggio avventura spinge altre mete asiatiche ancora non conquistate dal turismo di massa, come Bangladesh e Cambogia, e tra i classici dell’area vanno sempre molto forte India, Malesia, Sri Lanka e Thailandia e le isole dell’Oceano Indiano come Mauritius e Seychelles.

Tra le nuove mete del turismo più consapevole spicca in Africa l’Etiopia, uno dei Paesi del continente con la storia e la cultura più antiche, e cresce il Centro-Sudamerica grazie, anche in questo caso, a mete alternative ai tour classici come il Guatemala, mix di passato maya e natura.

Nei vicini Caraibi gli italiani continuano ad amare molto Cuba e Repubblica Dominicana, ma stanno scoprendo anche le isole “minori” tra le quali le British Virgin Islands, meta luxury molto amata dai britannici ma ancora nuova per i nostri connazionali.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *