Ospitaletto, Brescia. Gòi de cöntàla?  Devo raccontarla? Era la domanda che un tempo i nonni ponevano ai nipotini prima di iniziare a raccontare la fiaba, che ne avrebbe saziato la curiosità e l’avidità di parole ed emozioni. Con la stessa idea “Gòi de cöntàla?” è diventato il titolo di quattordici raccolte di canzoni dialettali e poesie musicate, pubblicate in altrettanti CD a partire dall’anno 2000, sostenute dall’associazione Palcogiovani.

Così sarà che venerdì 22 luglio in piazza Roma con inizio alle 20.45, nell’ambito delle manifestazioni promosse dal Comune di Ospitaletto in occasione della solennità del patrono San Giacomo.foto dei macc dele ure

Un modo di raccontare la storia di una società che cambia e di una comunità, quella bresciana, le cui tradizionali caratteristiche e peculiarità sono ormai poste in crisi sotto la spinta della globalizzazione e della scomparsa delle identità territoriali.

Dal 2005 Gòi de cöntàla?  è diventato un concerto, in cui alcuni dei  cantautori e musicisti che hanno composto ed interpretato i brani dei 14 CD , ne propongono i pezzi più belli e significativi, unendo al suono e al significato antico del vernacolo bresciano, un accattivante e giovane mix di ritmi e musiche, che spaziano dal folk al rock, dal pop al blues. Le parole delle canzoni hanno il suono antico del dialetto ma illustrano il mondo d’oggi visto con gli occhi di artisti che vivono la vita, le emozioni, i sogni della società moderna.

Saliranno sul palco di Ospitaletto numerosi artisti che racconteranno le loro storie: La Cantina di Ermete , Daniele Gozzetti , Francesco Braghini ,I Malghesetti ,  I Macc de le ure  e Rocco il cantastorie ” condurrà la serata  Donatella Valgonio. Il concerto sarà ad ingresso libero.photo gozzetti

L’associazione Palcogiovani nasce da un gruppo di ragazzi dell’oratorio che da quello spirito di aggregazione sana non hanno perso l’energia, la voglia di protagonismo e di esuberanza che è un patrimonio dei giovani, molte volte soffocato e che se ascoltato o esaltato diviene una canale esclusivo per valorizzare l’energia dell’animo.

E’ in questo spirito che nel gennaio del 1998 si costituisce l’associazione “Palcogiovani” che fa del teatro, della musica e dell’espressione un centro di aggregazione giovanile pensato per offrire spazio alla libertà creativa, all’importanza di valorizzare la potenzialità delle risorse di ragazzi come loro. L’associazione è cresciuta in questi anni facendosi promotrice di una serie infinita di eventi che spaziavano dal teatro, ai concerti, manifestazioni culturali, ricreative e di impegno nel volontariato.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.