Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Golf, musica, divertimento e solidarietà è la ricetta della serata “Golf dinner” in programma sabato 9 giugno alle 20,30 presso il ristorante del Golf il Torrazzo in via Castelleone. È una serata di beneficenza per il 30° anniversario dell’associazione Giorgio Conti, il ricavato della serata sarà difatti devoluto interamente a sostenere le opere dell’associazione.

La cena conviviale sarà allietata dall’intervento del comico Gianpaolo Cantoni e dalla musica del Duo Jazz Ambra Lo Faro e Gianni Satta. Per prenotazioni tel. 0372.471563 o alla mail [email protected]

Fondata alla fine del 1988 da Adriana e Carlo Conti per esaudire un desiderio del loro figlio Giorgio ricoverato in ospedale e ormai al termine del suo calvario. Giorgio, che aveva come compagno di stanza un bambino i cui genitori si trovavano in difficoltà economiche, disse alla madre “Aiutali!”

E’ iniziata così l’attività dell’Associazione titolata a Giorgio Conti, che ha ottenuto il riconoscimento giuridico dalla Regione Lombardia, che si propone di dare assistenza morale e materiale alle famiglie dei bambini colpiti da gravi malattie, quali leucemia e tumori. Si tratta di malattie che richiedono lunghissimi periodi di degenza in cliniche altamente specializzate, continui controlli e cicli di terapie. Per questo i bambini devono lasciare le loro case e recarsi nei luoghi di cura, spesso lontani perché concentrati, in gran parte, nel nord dell’Italia.

Il bambino ricoverato ha l’estrema necessità di avere al fianco almeno un genitore: ecco allora affiorare gravi problemi, perché spesso uno dei genitori, e qualche volta entrambi, è costretto ad abbandonare il posto di lavoro. L’Associazione è presente nei maggiori centri di cura pediatrici della Lombardia, ed interviene con il suo aiuto in seguito alle segnalazioni e alle richieste del personale medico di queste cliniche.

L’associazione si avvale di volontari e non ha spese di funzionamento. Pertanto i circa 100.000 euro che raccoglie ogni anno vengono completamente destinati alle elargizioni in favore delle famiglie assistite. I bambini assistiti dall’Associazione provengono da tutte le regioni italiane e anche da paesi esteri economicamente deboli. L’assistenza continua se necessario anche dopo il periodo del ricovero ospedaliero con un contatto diretto con la famiglia.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.