Montichiari, Brescia.La manifestazione chiude in via anticipata in ottemperanza all’ordinanza emata dalla Regione Lombardia.

Vivere un’esperienza enogastronomica indimenticabile: anche quest’anno è possibile. Ogni anno a febbraio gli appassionati di cucina si danno appuntamento a Golositalia, la fiera enogastronomica più importante del nord Italia. Dal 22 al 26 febbraio i riflettori sono puntati sul Centro Fiera del Garda a Montichiari dove andrà in scena la nona edizione.

La fiera è aperta al pubblico dal 22 al 25 febbraio ed agli operatori professionali dal 23 al 26 febbraio, sia nazionali che internazionali; l’abbinata nasce per permettere agli espositori di sviluppare importanti ordini e contatti commerciali, oltre che farsi conoscere direttamente dal consumatore finale che potrà acquistare i prodotti in alcune aree dedicate.

700 espositori divisi in aree tematiche: food, wine, beverage, restaurant e un’area business con attrezzature e professional technology del comparto alimentare. Prevista anche un’area eventi che consentirà ai visitatori di conoscere nuove tecniche di cucina, aggiornare le proprie conoscenze o scoprire nuove procedure.

A questi si affiancherà l’area eventi, con appuntamenti rivolti sia al privato che all’operatore del settore che potranno conoscere nuove tecniche di cucina, aggiornare le proprie conoscenze o scoprire nuove procedure.

Nella parte retail i visitatori potranno conoscere, degustare ed acquistare prodotti enogastronomici, focalizzando l’attenzione sia prodotti che caratterizzano il territorio sia di prodotti internazionali in un’area appositamente a loro riservata.

Nell’ampio spazio riservato all’area business gli operatori del settore Ho.Re.Ca. potranno trovare attrezzature professionali con le ultime novità tecnologiche, eccellenze del settore food & beverage, impianti, accessori per la ristorazione professionale. La fiera Golositalia si candida sempre più a diventare un appuntamento unico e imprescindibile per tutti gli operatori del comparto agroalimentare.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.