Ferrara. È il più longevo festival di musica antica dell’Emilia Romagna “Grandezze e Meraviglie“, una serie di concerti-progetto dedicati alla terra emiliana. 

Il festival entra nella fase autunnale, dopo i primi concerti d’apertura, accompagnerà con una serie di concerti ed eventi sino al 3 novembre. Il festival diffuso tra Ferrara, Modena e provincia è riconosciuto in Italia come uno fra i Festival più innovativi e articolati nel suo genere e, a livello internazionale, come una delle manifestazioni di rilevo rivolte espressamente al repertorio antico (dal Medioevo al primo Ottocento) proposto con strumenti e prassi esecutive dell’epoca.

Il Festival nasce in occasione dalle celebrazioni di “Modena capitale”, anniversario del trasferimento della corte estense da Ferrara a Modena (1598-1998).

La valorizzazione del patrimonio musicale antico e barocco, con particolare attenzione ai territori estensi e alle raccolte ducali, condotta in chiave di ricerca e innovazione interpretativa, ha valso al festival le caratteristiche di unicità e di universalità al tempo stesso. Sono numerose attività parallele: conferenze, lezioni-concerto e incontri con le scuole in programma.

Grandezze & Meraviglie vanta diverse collaborazioni con Festival e Conservatori italiani e stranieri e fa parte della Rete Europea di Musica Antica (REMA). Al Festival è stato conferito il 28° Premio Abbiati della Critica Musicale come “migliore iniziativa del 2008” ed è stato insignito del prestigioso “EFFE Label 2017-2018”, riconoscimento attribuito dall’Associazione Europea dei Festival alle più autorevoli iniziative culturali dell’Unione Europea.

Per il 2018, Grandezze & Meraviglie farà parte del cartellone di eventi del Ministero dei beni e delle attività culturali (MiBAC) organizzato in occasione dell’ ”Anno europeo del patrimonio culturale”.

Il programma