Tempo di lettura: 2 minuti

Gussago, Brescia. Un’oasi di boschi incantevole aggrappata alle pendici delle Prealpi bresciane, è il parco della base scout di Piazzole, nei dintorni la natura, il grande castagneto, i sentieri natura attrezzati completano l’offerta di un terreno adatto a qualsiasi tipo di attività educativa.

Torna per il secondo anno consecutivo Green Revolution, la proposta estiva dedicata a ragazze/i dai 11 ai 14 anni (nati dal 2007 al 2009) che prevede il pernottamento presso il parco della base Scout di Piazzole a Gussago. La proposta residenziale è incentrata sui valori dell’ecologia e del rispetto per l’ambiente, senza però dimenticare il gioco e il divertimento dei ragazzi.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione fra il settore di Educazione Ambientale di CAUTO con Fondazione San Giorgio, Associazione Bimbo Chiama Bimbo, Cooperativa Il Calabrone, Associazione CBD Down.

Green Revolution si configura come un’esperienza di autonomia a contatto con la natura. I ragazzi saranno immersi in 30 ettari di boschi, a due passi da Brescia. Dopo un 2021 ancora segnato dell’emergenza, sarà l’occasione per tornare a trascorrere 5 giorni all’insegna della socialità ricchi di avventura, divertimento, giochi di squadra, laboratori creativi, attività naturalistiche, escursioni nel bosco e passeggiate notturne. Tutte le proposte sono pensate per garantire la massima sicurezza nel rispetto dei protocolli anti Covid-19 richiesti. I partecipanti saranno divisi in 4 piccoli gruppi da 10 partecipanti. Per un totale di 40 ragazzi per ciascun campo.

I campi saranno attivi dal lunedì mattina al venerdì pomeriggio per un totale di 4 notti:

I° campo: dal 23 al 27 agosto. II° campo: dal 30 agosto al 3 settembre. Le iscrizioni sono aperte fino al 18 luglio o fino al raggiungimento dei posti disponibili. Per l’avvio dei campi è necessario raggiungere un minimo di 20 partecipanti a settimana. Al momento dell’iscrizione verrà richiesto il versamento di un acconto di 100 euro.

Una grande rete di promotori si è attivata attorno all’iniziativa per sostenerne la massima diffusione. La Fondazione Guido e Angela Folonari, amministrata dalla Congrega della Carità Apostolica, si è impegnata a mettere a disposizione fondi per sostenere la partecipazione di famiglie in stato di bisogno.

La Cooperativa Sociale CAUTO oltre ad essere tra gli organizzatori, ha scelto di sostenere per quest’anno Green Revolution, assorbendo parte del costo della quota di iscrizione per i figli dei propri dipendenti. Contribuiscono all’organizzazione tre aziende bresciane: Abaribi con donazione liberale e Aliprandi e Giustacchini con materie prime e materiali a supporto del progetto.

La proposta ha visto anche il plauso di alcune autorevoli realtà del territorio bresciano tra cui CRASM Brescia (circolo ricreativo A2A – Sede di Brescia) e Garda Vita che hanno scelto di sopportare l’iniziativa a favore dei propri dipendenti e associati.