Legnago (Verona) – Molto spesso i minuti che attendono l’arrivo dell’ambulanza sono decisivi per la sopravvivenza del paziente. La vita delle persone che ci stanno accanto dipende da noi molto più di quanto potremmo pensare. In Italia ogni anno, una persona su 800 viene colpita da arresto cardiaco. Si tratta di un fenomeno quantitativamente rilevante che si manifesta prevalentemente al di fuori delle strutture sanitarie. Il 50% degli arresti cardiaci, e quindi delle morti improvvise, si verifica a domicilio, il 33% sul posto di lavoro, il 12 % per strada, il 5% durante attività ricreative. Ed è raro che i soccorsi riescano a giungere sul posto entro un tempo tanto breve da poter salvare la vita. Il mancato tempismo e la non prontezza d’azione sono stati, poi, partecipi di casi drammatici in strutture scolastiche, come il decesso di bambini per soffocamento, spesso durante la pausa mensa, a causa di ostruzione delle prime vie aeree. In entrambe le situazioni un pronto intervento da parte di chi era presente sul posto avrebbe potuto essere la chiave di volta del problema e modalità per rispondere all’emergenza. La soluzione, allora, è nel territorio. Solo la presenza, al momento dell’episodio, di testimoni esperti nella rianimazione cardiopolmonare e nelle mosse di primo soccorso permette di “guadagnare tempo” in attesa che intervengano i soccorsi medici e poter consegnare al “118” un paziente vivo e senza i danni cerebrali.

Ecco, quindi, l’importanza della formazione al soccorso – percorso intrapreso dal Gruppo Alpini di Legnago e dal Lions Club, in collaborazione con Amministrazione Comunale e ULSS 21 – di Città Cardioprotetta. “Obiettivo primario è rendere i cittadini pronti al momento del bisogno” – esordisce Maurizio Mazzocco, capogruppo del Gruppo Alpini. La campagna è volta a far comprendere l’importanza di creare un luogo cardioprotetto proprio attraverso i suoi abitanti e rendere ogni cittadino in grado di attuare il primo soccorso.“Una vocazione umanitario – sanitaria, questa, propria del Gruppo Alpini di Legnago che,” come racconta Mazzocco, “aveva fondato vent’anni fa la croce verde, realtà vicina al mondo del soccorso. Nei mesi passati abbiamo abilitato venti agenti di polizia locale all’utilizzo del defibrillatore e abbiamo tenuto un corso per venti militari dell’ottavo reggimento dei Paracadutisti della Folgore”. “Nessuna istituzione pubblica, fuori dal volontariato interpretato dagli alpini, saprebbe realizzare quanto essi fanno con grande competenza ed efficacia” ha sottolineato anche il sindaco Roberto Rettondini che ha così espresso il caloroso ringraziamento rivolto al Lions ed agli Alpini, concludendo che la solidarietà è sostenuta da fatti concreti.

In programma dal mese di settembre, grazie sostegno economico di Cassa Padana, un calendario di incontri e lezioni rivolte a oltre 200 tra insegnanti e personale ausiliario dell’ dell’Istituto Comprensivo Destra d’Adige. Gli incontri saranno tenuti da due medici pediatri dell’Ospedale Borgo Roma di Verona e proseguiranno fino a novembre. Il corso intende fornire gli strumenti e le metodologie per intervenire in caso di arresto cardiaco e trasmettere le competenze per attuare il primo soccorso pediatrico con manovra di espulsione, il comportamento da tenere in caso di trauma cranico e come tamponare ferite in stato emorragico.

“Finalità del progetto è fare in modo che in ogni casa, in ogni piazza, in ogni posto di lavoro, in ogni strada e in ogni scuola ci sia sempre qualcuno che sappia come aiutarci nel momento del bisogno”. La diffusione capillare delle conoscenza base su come muoversi in casi critici garantisce la creazione di una città più protetta e sicura. “L’importante è cercare di garantire a tutti la massima sicurezza, in questo consiste il progresso e per questo lavora il nostro Gruppo Alpini” – conclude Mazzocco, ricordando il motto che da sempre anima il gruppo di Legnago: “Ieri per la patria, oggi per l’umanità!”.

 

BOX

Il calendario degli incontri:

prevenzione e rimozione corpo estraneo

26 Settembre, 10 ottobre, 7 novembre, 28 novembre.

I corsi saranno tenuti presso la sede del Gruppo Alpini di Legnago, in via S. Francesco n° 2; ora di inizio: 16.00.

Responsabili del Progetto:

Maurizio Mazzocco, Capogruppo Alpini Legnago e Paolo Ghellere, Presidente del Lions Club di Legnago.

Tengono il corso:

Dott. Simone Rugolotto, Pediatra della Clinica Universitaria Borgo Roma di Verona

Prof. Angelo Pietrobelli, Pediatra della Clinica Universitaria Borgo Roma di Verona

Laura Simoncelli
Dopo il diploma di liceo scientifico, si laurea all’Univeristà Cattolica di Brescia nel 2004 in Lettere e Filosofia. Collabora con Fondazione Civiltà Bresciana e Bresciaoggi con stesura di articoli sportivi, cronaca e tempo libero. Dal 2004 al 2017 fa parte della redazione di popolis. E’ docente di italiano e storia presso le scuole medie e superiori