Tempo di lettura: < 1 minuto

Da Comacchio a Castel’Arquato, da Grazzano Vistonti a Gropparello. Passando per orrori a castello e il capodanno celtico.

In Emilia Romagna la festa di Halloween esiste da tempi arcaici, quando nelle case era tradizione, prima di andare a letto, lasciare la tavola apparecchiata con i resti della cena per le anime dei propri defunti che tornavano in quel giorno per fare visita.

Oggi ha sempre più acquisito i caratteri di festa in un’ottica d’oltreoceano, con inquietanti maschere e travestimenti fantasiosi in giro per strade e piazze, castelli e i borghi delle città. Non perdetevi quindi i tanti appuntamenti all’insegna del brivido.