Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. Un insieme di sentimenti, pensieri e comportamenti avversi nei confronti dell’omosessualità che molte volte sfocia nella paura e in un’avversione irrazionale, l’omofobia è un sentimento ancora troppo presente nella nostra società.

Giovedì 16 novembre alle ore 18 presso la sala Zanoni in via del Vecchio Passeggio 1 a Cremona, in occasione della presentazione del libro di Filippo Maria Battaglia Ho molti amici gay. Omofobia e politica italiana (Bollati Boringhieri editore), l’Arcigay Cremona “La Rocca”,  il Comune d Cremona e Amnesty International invitano la cittadinanza a partecipare. Sarà un’occasione di confronto e dialogo sul tema dell’importanza di un uso del linguaggio inclusivo e rispettoso nelle amministrazioni pubbliche.

Scrive Filippo Maria Battaglia nel suo ultimo libro:  “Non possono fare gli insegnanti né i capi scout, non devono baciarsi e tenersi per mano in pubblico, vanno curati e, se possibile, redenti.

Da sempre la politica italiana dice di non avere «nulla contro gli omosessuali» eppure, da sempre, li discrimina. C’è chi invoca «sobrietà», chi domanda «discrezione», chi chiama in causa la Bibbia, chi ricorre a citazioni d’autore. Passano gli anni, cambiano i toni e gli interlocutori ma il risultato – nonostante gli ultimi passi in avanti – resta lo stesso: diffidenza e fastidio, fino all’aggressione verbale e all’insulto.

Sin dal dopoguerra la crociata contro i «malati» e gli «anormali» recluta quasi tutti: capi di Stato e di governo, ministri e parlamentari, segretari e leader di partito. Attecchisce a destra ma spopola anche a sinistra, coinvolgendo figure insospettabili e venerati padri della patria.

«Ho molti amici gay» non è solo l’immancabile premessa di rito prima di ogni discorso omofobo, dentro e fuori dall’Aula. È la storia, succinta e dettagliata, di quanto la discriminazione e il pregiudizio contro gli omossessuali siano radicati nella politica e nella nostra società. Garantendo all’Italia l’infelice primato del Paese con la classe dirigente più omofoba in Europa.”

Parteciperanno all’iniziativa:

Gianluca GalimbertiSindaco di Cremona
Simona PasqualiPresidente del Consiglio Comunale di Cremona
Ilaria GianiArcigay Cremona “La Rocca”
Sofia Delli SantiAmnesty International – Gruppo giovani
Carlo BeriniArticolo 3 Osservatorio sulle discriminazioni

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *