Tempo di lettura: 1 minuto

La Commissione europea ha pubblicato la versione definitiva del Work Programme di Horizon 2020 per il prossimo biennio. L’investimento in ricerca ed innovazione previsto per il 2017 ammonta a 8,5 miliardi di euro.

Una delle principali novità riguarda l’introduzione del principio dell’open research data in tutte le call di Horizon2020.

La Commissione ritiene che l’Open Science sarà in grado di accelerare i processi innovativi e le collaborazioni, di aumentare la trasparenza e di evitare la duplicazione degli sforzi.
Inoltre, per migliorare la qualità dei progetti, la Commissione intende dare grande risalto agli aspetti concernenti l’integrità scientifica.

Per le piccole e medie imprese saranno riservati circa 1,45 miliardi di euro sulle nuove calls.

Al 1°luglio sono oltre 3.200 i partecipanti italiani che hanno già beneficiato di un contributo a valere sul programma Horizon 2020 per un ammontare di circa 1,1 miliardi di euro, di questi 228 milioni andranno a piccole e medie imprese.

CONDIVIDI
GFinance
GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *