Reggio Emilia – Tre giorni per essere al centro della cultura del giardino con Pietro Porcinai, conoscere l’arte ispirata al giardino e al paesaggio, comprare alberi, arbusti, piante perenni rare e particolari da vivaisti specializzati, assistere a incontri su temi storici e tecnici.

Tre giorni da trascorrere fra editoria specializzata, mostre tematiche, iniziative sul tema del paesaggio e del giardino con laboratori fotografici e incontri.

Programma

Mercato del giardino
– Primal forms of art – Omaggio a Karl Blossifield di Grazia Ascari e Franco Saccani per Quinta Colonna .
Una ricerca creativa sulle incredibili forme delle piante riportate nel lavoro del grande fotografo.

– La Fabrique du Verre, di Paoline Bètin.
Pauline Bétin, artista francese, si interessa a spazi che definiscono il paesaggio urbano e il paesaggio rurale, rivelando e mettendo in discussione, con i suoi disegni, questi scontri tra costruzione uomo e natura, tra vetro e fotografia, tra immagine e volume.

– Erbario patologico, di Giovanni Munari
Nove relazioni/pianta, stampate su carta ad alta grammatura ed incorniciate. L’idea per questo progetto nasce dalla realizzazione che, mentre nelle relazioni tra umani si ambisce all’uguaglianza e alla reciprocità per poi scoprire che pochissime sono davvero paritarie (anche quelle che nascono con le migliori intenzioni), nelle relazioni tra uomo e pianta, dove appare evidente sin da subito la dipendenza della seconda dal primo, il rapporto gradualmente si inverte. In quanto esseri viventi, le piante non solo ricevono ma donano molto.

– Sotto bosco di CARDO e LO STUDIO.

– Nursery per le farfalle, di Giovanni Menada.

INCONTRI

Venerdì 21 aprile
ore 15.30 – “I giardini di Rivalta” di Massimiliano Magini con l’associazione ‘Insieme per Rivalta’
L’associazione ‘Insieme per Rivalta’ è una realtà di volontariato attiva da oltre dieci anni sul territorio. Organizza e gestisce, in stretta collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Reggio Emilia, manifestazioni di carattere culturale, progetti didattici con le scuole, eventi sportivi e attività sociali che hanno come finalità la valorizzazione del patrimonio storico e paesaggistico di Rivalta, richiamando oltre 30.000 visitatori ogni anno.

Il Palazzo ducale e i giardini, punta di diamante della cintura verde, sono il teatro in cui operano i volontari, costantemente impegnati nella cura del luogo. L’intreccio di relazioni creato nel corso del tempo con altre associazioni, professionisti, enti pubblici e aziende locali ha permesso lo sviluppo di molteplici progetti sperimentali.

Tra questi spiccano: il restauro di una porzione dell’antico potager estense, chiamato l’orto di Carlotta, presentato con Campagna Amica ad Expo 2015; il recupero di due antichi filari di vitigno Corbelli che ha permesso l’imbottigliamento del lambrusco della Duchessa, presentato all’Arca del Gusto di Slow Food, a Torino; gli studi storici sulle tracce del sistema idraulico del Parco ducale di Rivalta, a cura di Simonetta Notari, tracciato divenuto un itinerario alla riscoperta del paesaggio; i progetti didattici con le scuole; le pubblicazioni a carattere divulgativo “di Reggio in Reggia” e lo sviluppo di un nuovo sistema informativo nell’area del parco mediante l’adozione della tecnologia QR code. Il rinnovato interesse per il patrimonio culturale di Rivalta è dunque il risultato di un processo di costante crescita, che “Insieme per Rivalta” è lieta di presentare ad Hortus.

Ore 18.30 – Farfalle per uso personale, di Giovanni Menada
Un emozionante dialogo con l’artista sull’incredibile mondo di questo insetto, con escursioni poetiche attraverso letture del poeta Guido Gozzano a cura di Veronica Costanza Ward.

Sabato 22 aprile
Ore 10.30 – “Alberi: sconosciuti nel giardino. Conoscenza, gestione e convivenza”, di Giovanni Morelli, agronomo
L’albero elemento così importante dal punto di vista paesaggistico, ambientale e architettonico, non è conosciuto, quindi spesso mal gestito dalla progettazione alla gestione. Un importante punto tecnico su come affrontare questo protagonista fondamentale nei giardini e nelle città, dalla scelta di specie e tipologia, alla verifica di stabilità, passando per gli aspetti manutentivi, tra errori e false credenze.

ore 14.30 – Laboratorio di progettazione del giardino, a cura di Aiapp (Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio)
Alcuni paesaggisti di chiara fama illustreranno progetti di giardino e paesaggio evidenziando le soluzioni tecniche e le scelte adottate in funzione del contesto di progetto.

Domenica 23 aprile
ore 10 – Il mondo meraviglioso delle Ortensie, di Mauro di Sorte
L’autore grande esperto di questo importante gruppo di piante, illustrerà i segreti per un corretto utilizzo e cura delle Ortensie

ore 11.30 – L’Arte del Bonsai, a cura di Associazione Helen Bonsai
Maestri istruttori certificati UBI (Unione Bonsai Italia) illustreranno i principi dell’antica arte del Bonsai per capire e praticare questa magnifica pratica di miniaturizzazione delle piante.

Ore 15.30 – Il Parco del Popolo: descrizione e visita guidata a cura di Marcella Minelli e Nicola Cassone. Un viaggio tra storia e botanica nel parco reggiano più importante. La partecipazione è a numero chiuso, previa prenotazione con email a info@hortus-reggioemilia.it.

Ore 16.00 – L’acqua nel giardino, a cura di Rossano Incerti.
Un esperto dell’acqua condurrà un piccolo workshop sul tema dell’acqua nel giardino in tutte le sue forme, riportando le esperienze di realizzazioni in più casi.