Tempo di lettura: 2 minuti

Crema, Cremona. Dalla teoria della relatività alla meccanica quantistica, dai quark e bosoni di Higgs ai buchi neri, sino alla domanda: esistono gli extraterrestri? A queste e altre domande cercherà di dare risposta la conferenza dal titolo: I 7 più grandi misteri della fisica moderna, in programma venerdì 25 gennaio alle ore 21 presso la sala Pietro da Cemmo del Centro Culturale Sant’Agostino.

A condurre l’evento ci sarà la dottoressa Catalina Curceanu, primo ricercatore dei Laboratori Nazionali di Frascati dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e membro della Foundational Question Institute (FQXi) ci guiderà tra i più grandi misteri della Fisica Moderna.Dalla teoria della relatività alla meccanica quantistica; dai quark e bosoni di Higgs ai buchi neri, la fisica moderna risponde a tante domande e curiosità su come è fatto il mondo e l’universo, ponendone però tante altre ancora.

La relatrice presenterà 7 grandi quesiti sui misteri della fisica moderna: la scomparsa dell’antimateria nell’universo; i misteriosi buchi neri; la faccia nascosta dell’universo: materia e energia oscure; le ricerche nel campo della meccanica quantistica che hanno a che vedere col famoso “gatto di Schröedinger”; la struttura delle stelle di neutroni e il ruolo della stranezza nell’universo; la possibile esistenza degli universi paralleli e il paradosso di Fermi: esistono gli extraterrestri?

L’affascinate serata è organizzata dal Comune di Crema – Assessorato alla cultura in collaborazione con l’Associazione iPàzia, l’associazione che nasce dall’incontro di un gruppo di donne appassionate di tutto ciò che è scienza; ecco perché il nome Ipàzia!

Lo scopo è quello di divulgare la cultura scientifica attraverso l’organizzazione di conferenze e dibattiti, rivolti all’intera comunità di cittadini e cittadine, al fine di aprire un confronto tra chi come noi è curioso ed esperti nei vari settori, cercando di coinvolgere il maggior numero di persone possibile, senza limiti d’età e cultura.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *