Tempo di lettura: 2 minuti

Cremona. La moda e l’arte del suono si incontrano alla mostra “Gianfranco Ferrè. Moda, un racconto nei disegni” in programma dal 21 aprile al 18 giugno. Cremona, città di musica, di violini e di studio del suono, ma anche splendido centro del territorio di origine della famiglia materna di Gianfranco Ferré. La Fondazione che porta il suo nome si fa protagonista, in sinergia e in collaborazione con l’Amministrazione della città, di un significativo ritorno alle radici, sempre vive nella memoria dello stilista, affettivamente molto legato a quest’angolo di Lombardia.

Ad accogliere i cento schizzi autografi dello stilista lo straordinario spazio espositivo di Santa Maria della Pietà, in piazza Giovanni XXIII, ambiente di riferimento per il fumetto, la grafica e il disegno.

La mostra dei disegni di Ferré vuole ricostruire un percorso intellettuale, l’evoluzione di un mondo interiore di ricerca, di lettura, di sintesi culturale e stilistica, che resti come testimonianza e spunto di riflessione: disegno come espressione di libertà e rigore, di creatività e metodo, ma allo stesso tempo strumento di lavoro, esercizio quotidiano, habitus mentale, approccio concreto. Soprattutto, metodo di lavoro. In mostra anche alcuni abiti.

Tutto l’universo interiore di Gianfranco Ferré si condensa nei suoi disegni che definiscono con immediatezza i punti-cardine del corpo umano – le spalle, la vita, le gambe – ma anche gli interessi, le passioni e la personalità. E ciò può essere compreso anche da chi, con la moda, ha poca o nessuna confidenza.

La mostra rientra nelle celebrazioni per i 450 anni dalla nascita di Claudio Monteverdi, padre del melodramma. Durante la mostra verrà organizzata la conferenza: Gianfranco Ferrè. Moda un racconto nella musica, dedicata al ruolo delle colonne sonore delle sfilaste; la musica come parte complementare dell’emozione che scaturisce dall’abito.
Si inaugura giovedì 20 aprile alle ore 18,30.

“Disegnare, per me, significa gettare sulla carta un’idea spontanea per poter poi analizzare, controllare, verificarepulire, riducendo gli elementi di base a linee sintetiche e precise, innestate su diagonali e parallele e racchiuse dentro forme e figure geometriche… da stilista e architetto concepisco la moda come designo...”  Gianfranco Ferrè