Tempo di lettura: 1 minuto

Mi scrive Sardegna08, maschio, anni 6


disegni_sardegna

I disegni pervenuti risultano non colorati, ma non è dato di sapere se accade perché il bimbo non aveva a disposizione i colori, o per sua scelta. Il tratto grafico indica un forte scontrosità nei riguardi della figura maschile in generale, vista e sentita come incomprensibile.

I dubbi che assillano questo bambino, confermati dalla relativa confusione grafica, dovrebbero trovare accoglienza negli adulti che lo circondano. Da quanto si evince, questo bimbo ha bisogno di essere ascoltato, non interrogato, ma lasciato libero di esprimersi. Quando si oppone a qualcuno o a qualcosa, è indispensabile lasciargli spiegare il “perché delle sue scelte”.

Le rappresentazioni iconiche, per quanto frammentate e non coordinabili in un tutto (sarebbe stato meglio suggerirgli, a giorni alterni, le cinque tavole del “test della casa”) rivelano disagio, timore di esprimersi e coscienza di non capire completamente la realtà in cui vive. Tutto questo può portare ad un IO ipotrofico e ad una non serena accettazione della vita. In un disegno è chiarissimo il desiderio di fuga, di allontanamento dai problemi, in un altro l’assoluta necessità di comunicare, nonché di CAPIRE.

Sarebbe interessante sapere cosa ha portato un soggetto, del resto con capacità nella norma, a soffrire tanto, a desiderare di lasciare la propria realtà. Poiché l’analisi è stata effettuata su sole quattro rappresentazioni, sarebbe indispensabile un’ulteriore approfondimento.

CONDIVIDI
Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *