Tempo di lettura: 2 minuti

Parma – Dopo lo straordinario successo delle passate stagioni “I Giardini della Paura“, ritornano ad elettrizzare le serate estive parmigiane. L’originale rassegna cinematografica, giunta alla diciassettesima edizione, è organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma e sarà come sempre ad ingresso gratuito.

Mai come questa volta “Non avrai scampo”, lo slogan di lancio dell’edizione, è stato più azzeccato: ai Giardini di S. Paolo, infatti, ha aperto le danze il 13 luglio alle 21.30 un titolo cult, “Lo squartatore di New York” di Lucio Fulci (1982), uno dei gialli più violenti della storia del cinema italiano, preceduto dalla performance dal vivo di Bad Girl, progetto noir electronic del musicista fiorentino Leonardo Granchi.

Ogni mercoledì, fino al 17 agosto, si susseguiranno poi altri cinque titoli inediti o molto recenti, selezionati grazie alla collaborazione con Midnight Factory, casa di distribuzione specializzata nel settore horror.

Il cartellone completo.

  • Mer 13 luglio, ore 21.30 – “Lo squartatore di New York“, di Lucio Fulci (Italia 1982).
    Prima del film,  ore 21.00, dal vivo: Bad Girl – noir electronic.
  • Mer 20 luglio, ore 21.30 –  “Green Inferno“, di Eli Roth (Usa 2013).
    Dalle 21.00 “Nightmare Consolle” con DJ Gaido.
  • Mer 27 luglio, ore 21.30 – “Babadook“, di Jennifer Kent (Australia 2014).
  • Mer 3 agosto, ore 21.30 – “V/H/S” (film a episodi) di Ti West, Adam Wingard e vari (USA 2012).
    Dalle 21 “Nightmare Consolle” con DJ Gaido.
  • Mer 10 agosto, ore 21.30 – “Honeymoon“, di Leigh Janiak (USA 2014).
    Prima del film: “Zio Tibia – Il documentario” di Ale e Max Copertino (Italia 2015).
  • Mer 17 agosto, ore 21.30 – “Holidays” (film a episodi) di Kevin Smith e autori vari (USA 2016).
CONDIVIDI
Silvano Treccani
Nato a Leno nel 1964 lavora presso Cassa Padana Bcc dal 1995. Le sue grandi passioni sono la musica, il cinema, la lettura e la corsa podistica. Rigorosamente in quest'ordine. E guai a cambiarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *