Agosto è il mese in cui scopriremo se le decisioni e le scelte che abbiamo preso nei mesi precedenti si sono rilevate giuste o sbagliate. Questo mese infatti mette a dura prova i giardini: le temperature elevate e le scarse precipitazioni non lasciano scampo alle piante meno resistenti.

Ci capiterà di vedere piante dalle strane infiorescenze che ricordano gli spazzolini utilizzati per pulire le bottiglie: sono arbusti del genere Callistemon con fiori bianchi, gialli, rosa e soprattutto rosso brillante. Un altro splendido fiore con colori e forme straordinari che troviamo nei nostri giardini è la Kniphofia conosciuta anche come Tritoma: ha rigide spighe dense di fiorellini tubulosi, aranciati e gialli, bianchi – avorio e rosati e rosso scarlatto.

E’ il momento della fioritura delle Dalie: se si vogliono dei fiori di grande dimensione a tinte forti si può intervenire con del concime al potassio.
Ci sono anche fiori che potrebbero rappresentare l’estate con il loro aspetto solare e la quasi arroganza nel mostrarsi al di sopra delle altre piante perché raggiungono quasi due metri di altezza o forse anche più; i suoi colori vanno dal rosso, in tutte le tonalità, al bianco, al rosa fino quasi al nero: è l’Alcea o Althaea Rosea.

Agosto è il mese ideale per piantare il Giglio di Sant’Antonio (Lilium Candidum): si interra a 8-10 centimetri di profondità ed in posizione arretrata, perché l’altezza dei suoi fiori può raggiungere i 150 cm.

Non dimentichiamoci di altre bulbose che si possono piantare verso la metà del mese: il Narcissus, il Crocus, l’Iris Rizomatosi ed il Ranunculus. Poniamo i bulbi in ciotole e conserviamo in luogo buio per circa quattro mesi bagnando di tanto in tanto, in tal modo avremo una fioritura in casa nei mesi di dicembre e gennaio.

Per quanto riguarda le piante sul balcone eliminare i fiori appassiti e innaffiare spesso. Se fa molto caldo, mettere sul terreno dei vasi la corteccia di pino per limitare il surriscaldamento delle radici superficiali. Nebulizzare tutte le piante verdi con acqua a temperatura ambiente a giorni alterni, meglio se si utilizza acqua piovana.

Concimare la piante perenni e annuali per favorire l’emissione di nuovi boccioli.
Proteggete sempre le piante sul balcone nelle ore centrali della giornata, con l’ombrellone o con stuoie. Continuare, nelle ore serali, ad effettuare abbondanti annaffiature, insistendo in particolare modo su alberi e arbusti di recente impianto. Potiamo i cespugli di Lavanda, lasciando solo pochi centimetri ed anche le siepi sono da regolare.