Tempo di lettura: 2 minuti

Ragazzola (Parma) – Dopo mesi di chiusura causa il covid-19, finalmente riaprono i Cinema e i Teatri. Nella splendida cornice di Corte le Giare, a Ragazzola, nel prossimo fine settimana si svolgeranno due imperdibili rappresentazioni teatrali all’aperto.

Si inizia venerdì 18 giugno con “Se mi dicono di vestirmi da Italiano non so come vestirmi“, di e con Paolo Nori e Nicola Borghesi prodotto da Liberty Associazione.

Paolo è uno scrittore e Nicola è un attore, Elena dirige la stagione Agorà. Paolo e Nicola si incontrano nel 2018 facendo un ballo letterario e si stanno subito simpatici. Elena chiede loro di fare una cosa insieme. Paolo propone di provare a lavorare su che cosa vuol dire per loro essere italiani. Nicola pensa che sia una buona idea. Allora si incontrano tutti i mercoledì in un bar e parlano degli italiani, quindi anche di loro.

Nasce così, dopo l’incontro fra Paolo Nori e Nicola Borghesi e la felice intuizione di Elena Di Gioia, lo spettacolo “Se mi dicono di vestirmi da italiano non so come vestirmi” un lavoro in cui la forma della lettura si unisce a quella dell’interazione con il pubblico e dell’improvvisazione teatrale. Ironia, letture, frammenti, ricordi, aneddoti in questo dialogo aperto che inaugurerà la rassegna di serate teatrali all’aperto.

Sabato 19 è la volta di “E bastava una carezza a capovolgere il mondo“, racconto anarchico-poetico di Piero Ciampi, con Arianna Scommegna, alla fisarmonica Giulia Bertasi, regia di Massimo Luconi, prodotto da ATIR.

Nella storia della musica leggera italiana ci sono cantautori che potremmo definire poeti. Uno di questi è Piero Ciampi. Scomparso nel gennaio del 1980, un artista incompreso, figlio “maledetto” della Livorno degli anni ‘60/’70. Per molti era solo un alcolizzato disperato con un carattere violento, per alcuni dei suoi amici più cari era “Il migliore di tutti noi”.

Lo spettacolo “E bastava una inutile carezza a capovolgere il mondo con Arianna Scommegna e la fisarmonicista Giulia Bertasi, vuole essere un viaggio dentro l’universo di questo artista. Per compierlo, le parole di alcune sue canzoni e poesie che, intrecciandosi alle note musicale, creano un recital intenso capace d’indagare il percorso esistenziale e poetico dell’anima di Ciampi.