Pescarolo ed Uniti (Cremona) – Procede l’iniziativa voluta dalla Biblioteca Comunale e organizzata con la collaborazione del Centro Yoga “Orizzonti”, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di evidenziare e far conoscere interventi e comportamenti dell’uomo che possono danneggiare e mettere in pericolo la salvaguardia dell’ambiente. In merito sono state organizzate quattro serate per un approfondimento di quelli che sono i quattro elementi fondamentali della natura: acqua, aria, terra, fuoco.

Alla prima serata, dedicata all’acqua erano presenti il Sindaco Graziano Cominetti, Diego Barcellari per il Centro Orizzonti, per conto dell’Associazione “obiettivo salute” la Dottoressa Pelucco Isabella, collaboratrice anche di Barcellari nella locale scuola di naturopatia e il Dottor Paolo Salvioli. E’ in fase di definizione il comunicato ufficiale per la seconda serata, in programma il 4 maggio e nella quale si parlerà di “aria”.

Ritornando al primo appuntamento, soddisfazione è stata espressa dai promotori, per una buona presenza di pubblico, che coinvolto sul tema ha poi contribuito con alcuni interventi.

Aperta dal Sindaco che, oltre a ringraziare i relatori, ha preannunciato, oltre alla serata dedicata all’aria, che la serata sull’elemento “terra” sarà suddivisa in due momenti. Grazie infatti alla fattiva collaborazione degli amici di Pontevico dell’Associazione della cultura di Brescia, nell’ambito di un progetto a livello regionale, avremo modo di sentire importanti relazioni sul tema dei terremoti.

Diego Barcellari poi, per il Centro Yoga, oltre a ringraziare il Sindaco per la collaborazione data nel trattare argomenti che sono il pane quotidiano per il Centro, un grazie l’ha espresso anche per l’indovinata composizione, fatta dalla bibliotecaria Silla, di elementi che davano pienamente l’idea dell’acqua.

Diego, oltre a parlare di cose ben visibili e altre che bisogna andare a cercare, ha parlato, attraverso la proiezione di alcune immagini, di costellazioni che vengono proiettate dal sole sulla terra e ogni era, che dura 2000 anni, assume caratteristiche diverse. Dal 1945 circa, il sole è passato dalla costellazione con la caratteristica dei pesci, che nell’antichità venivano usati come simbolo di riconoscimento dei cristiani, a quella dell’acquario che ha invece la caratteristica dello sviluppo e della ricerca.

Oltre a presentare poi il simbolo dell’acqua, la composizione del quale, ha precisato, si potrà comprendere al termine dei quattro incontri, ha evidenziato l’importanza di questo elemento nella composizione del nostro corpo, definito un acquario ambulante .

Sulla funzione dell’acqua nel nostro corpo e l’importanza di un certo tipo di acqua, Diego ha lasciato la parola al Dottor Paolo Salvioli. Anche in questo caso riportiamo i concetti fondamentali espressi dal relatore partendo dal fatto che, nonostante il 70% del corpo umano sia formato da acqua, se ne parla troppo poco.

Quattro ritiene siano gli elementi importanti per la nostra salute: l’equilibrio psicofisico, l’alimentazione ,l’attività fisica e l’acqua da considerare come alimento. A parere generale degli esperti, ne dovremmo bere un litro e mezzo al giorno, diluito in piccoli sorsi. Oggi sulla scelta abbiamo in merito due passaggi obbligati, acqua del rubinetto o acqua imbottigliata.

Tanti i fattori che hanno contribuito all’uso della bottiglia in plastica, senza considerare però i 29 elementi cancerogeni ai quali andiamo ad esporci e che diventano ancor più pericolosi se i contenitori restano esposti per tanto tempo alla luce e ancora peggio, al sole. Nonostante questo, buttiamo ogni giorno in media 40 milioni di bottiglie di plastica, creando problemi anche all’ambiente. In merito propone ai presenti stralci della trasmissione del TG3 Report.

Dopo l’esame del contenitore il relatore è passato all’esame della qualità del contenuto, facendo il raffronto tra l’acqua acquistata e quella del rubinetto, chiamandola semplicemente “acqua del Sindaco”. Evidenziando in merito, pur non essendo fuori legge, come i due settori siano regolamentati da normative differenti, come, ad esempio, quella riguardante i controlli, che sull’acqua del Sindaco sono trimestrali, mentre sull’altra sono annuali.

Molta attenzione deve essere riservata a quanto scritto sulle etichette dell’acqua in bottiglia e alla pubblicità. Ad esempio non sempre l’acqua illustrata come proveniente dalle grandi vette, corrisponde a verità, essendo la stessa soggetta alle piogge acide e inoltre dovendo percorrere un lungo percorso tra le rocce.

Molta attenzione deve essere riservata ai depuratori casalinghi, soprattutto valutando che si tratti di un filtraggio giusto e non togliendo tutte le sostanze, il corpo umano non è fatto per acqua demineralizzata. In merito si sono rivolti alle ditte produttrici, non ottenendo però collaborazione.

Parlando di acqua potabile che deve avere un ph tra 6% e 9, ha fatto varie dimostrazioni e comparazioni con altri prodotti. Ha parlato poi di antiossidanti, di radicali liberi, degli effetti sulla salute di prodotti zuccherati, dell’uso dei telefonini, di mangiare frutta fresca, possibilmente proveniente dall’orto, del comportamento dello sportivo, degli esperimenti giapponesi sull’acqua ionizzata, e ha concluso il suo intervento evidenziando che il consumatore ha il coltello dalla parte del manico: facendo tutti una scelta ragionata e consapevole i produttori saranno costretti ad adeguarsi alle richieste dell’utenza.

La serata è stata chiusa dal Sindaco che, ringraziando Barcellari, il relatore, il pubblico intervenuto, ha rinnovato l’invito alla prossima serata in programma il 4 maggio.