Tempo di lettura: 3 minuti

Brescia. La Valle Trompia è pronta ad accogliere gli escursionisti e gli appassionati di montagna che potranno scoprire la meraviglia della valle che scende verso la città con la uova carta dei sentieri n. 03 “Dalla Valle Trompia a Brescia”, riguardante i territori di Concesio, Bovezzo, Nave, Caino, Collebeato e naturalmente la Città.

La nuova carta dei sentieri è stata realizzata con la collaborazione della Comunità Montana di Valle Trompia, il Comune di Brescia, il Club Alpino Italiano e il Parco delle Colline di Brescia.

Quasi 400 kmq di superficie cartografata, 699 km di sentieri ufficiali CAI rilevati (la stessa distanza che c’è tra Brescia e Francoforte), 1720 km complessivi di rete sentieristica rilevata (più della distanza che c’è tra Brescia e Madrid): sono solo alcuni dei dati della carta n. 03.

Il progetto rientra a pieno titolo nelle azioni di valorizzazione delle eccellenze ambientali, culturali, turistiche e gastronomiche della Valle Trompia (quale valle territorialmente e culturalmente legata a Brescia). Il coordinamento è stato attuato dalla Comunità Montana di Valle Trompia con i propri uffici: Ambiente e Agricoltura, nell’ambito del Sistema turistico “La via del Ferro dalla Valtrompia a Brescia”, e Cultura, per la parte inerente la cura dei contenuti redazionali, ad opera del SIBCA – Sistema dei Beni Culturali e Ambientali.

Il prodotto si pone a completamento di un progetto per la realizzazione di tre cartine che comprendessero l’intero territorio vallivo, iniziato nel 2014 con la stampa della carta n. 01 Alta Valle Trompia”, riguardante i territori di Bovegno e Collio, realizzata dalla Comunità

Montana, dai CAI Sottosezione Collio V.T., Sezioni di Bovegno e Gardone V.T. e ERSAF, quest’ultima impegnata in un intervento innovativo di valorizzazione integrata, che comprendeva la foresta regionale e il territorio montano a cavallo tra la Valle Trompia e la Valle Camonica.

Nel 2015 è stata presentata, invece, la carta n. 02 “Valle Trompia”, riguardante i territori di Pezzaze, Marmentino, Irma, Tavernole, Lodrino, Marcheno, Gardone, Polaveno, Brione, Sarezzo, Lumezzane e Villa Carcina, realizzata dall’ente comunitario insieme ai CAI in occasione dell’Esposizione Universale di Milano.

Ma il progetto affonda le radici ben prima, nel 2011 grazie alla costituzione di un comitato di gestione informale, composto dalla Comunità Montana (con l’Ufficio Agricoltura), dalle varie sezioni locali dei CAI ed Ersaf, che aveva la finalità di attuare il progetto e tenere i contatti con Ingenia srl, editore cartografico scelto per la realizzazione delle carte, grazie alla comprovata esperienza nel campo di lavoro.

Per ciascuna carta si è proceduto, mediante l’attività sul territorio curata dai CAI locali, alla mappatura con strumentazione GPS di tutti i tracciati, che sono stati successivamente elaborati e inseriti in adeguata mappa territoriale da Ingenia, dopo lungo e certosino lavoro di affinamento da parte del Comitato. Contemporaneamente il tavolo tecnico ha individuato gli argomenti dei box di approfondimento contenutistico, pubblicati sul retro di ciascuna carta, e a stenderne i rispettivi contenuti, per offrire agli escursionisti la possibilità di godere del patrimonio ambientale, storico, artistico, architettonico e gastronomico.

La carta dei sentieri n. 03 è rivolta a tutte le tipologie di escursionisti, anche quelli meno esperti, con un’idea di di avvicinamento “facile” alla montagna. Ecco quindi che i box di contenuto presentano principalmente escursioni adatte a tutti, con una particolare attenzione alla mobilità sostenibile e alla vicinanza con i mezzi di trasporto locali. Tranne per un’eccezione: la presentazione dell’itinerario bresciano per eccellenza, il Sentiero delle Tre Valli “S. Cinelli” (3V), che inizia nelle vicinanze del Castello di Brescia e che può essere percorso con il supporto delle carte n. 01, 02 e 03.

Tra le tematiche promosse sul retro della carta n. 03 ricordiamo: percorsi ciclo pedonali dalla Valle Trompia a Brescia, Parco delle Colline di Brescia, Monte Maddalena, Sentiero del Carso Bresciano, Altopiano di Cariadeghe, Sentiero 3V, Val Listrea, Resistenza e Sentieri, Sulle orme di Papa Paolo VI, Tra natura e archeologia industriale, Radici romane tra bassa Valle Trompia e Brixia, Santuari e Monasteri nella Valle del Garza, prodotti agricoli della bassa Valle Trompia.

Le carte potranno essere acquistate al costo di 7 euro ciascuna. Per l’elenco delle rivendite autorizzate si consulti il portale www.cm.valletrompia.it Tel. 030-8913536 – E-mail comunicazione@cm.valletrompia.it

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *