Brescia. Nell’ambito delle iniziative del Festival della Pace, promosse dal “Cantiere Internazionale per il Bene e la Pace dell’Umanità”, venerdì 2 febbraio Brescia ospiterà una rappresentanza di ICAN – International Campain to Abolish Nuclear Weapon, premio Nobel per la Pace 2017.

Come ha dichiarato la Presidente del Comitato per il Nobel di Oslo, signora Berit Reiss-Andersen, il Nobel è stato assegnato ad ICAN per “il suo ruolo nel far luce sulle catastrofiche conseguenze di un qualunque utilizzo di armi nucleari e per i suoi sforzi innovativi per arrivare ad un trattato di proibizione di queste armi”.

Venerdì 2 febbraio alle 12, nella Sala dei Giudici di palazzo Loggia Daniel Högsta, coordinatore del network globale di ICAN, incontrerà la stampa per illustrare l’attività e gli obiettivi di Ican. Alle 16.30, sempre nella Sala dei Giudici di palazzo Loggia, Daniel Högsta incontrerà i Sindaci dei Comuni bresciani.

Nell’occasione saranno presentate le iniziative di “Mayors for Peace”, organizzazione internazionale di città attive nella promozione della pace. All’associazione, fondata nel 1982 per iniziativa del sindaco di Hiroshima, ha aderito da quest’anno anche il Comune di Brescia.

Presenterà e coordinerà l’appuntamento il Sindaco di Collebeato Antonio Trebeschi. Dopo i saluti istituzionali del Sindaco Emilio Del Bono interverrà Daniel Högsta in rappresentanza di ICAN, mentre Lisa Pelletti Clark illustrerà il progetto Mayors for Peace. Successivamente, Francesco Vignarca (Rete Italiana per il Disarmo) parlerà del trattato internazionale di disarmo nucleare  e della campagna #ItaliaRipensaci. In conclusione, saranno illustrati i progetti “Enti locali per la Pace” e “Kaki Tree Project”.

Infine, alle 20.45 nell’Auditorium Santa Giulia in via Piamarta 4, avrà luogo un incontro aperto a tutta la cittadinanza. Interverranno Daniel Högsta (coordinatore network ICAN), Francesco Vignarca (Rete Italiana per il Disarmo), Lisa Pelletti Clark in qualità di Co-Presidente di International Peace Bureau (associazione che vinse il Premio Nobel per la Pace nel 1910), Don Renato Sacco (coordinatore nazionale di Pax Chirsti) e Don Fabio Corazzina (portavoce associazioni-movimenti bresciani per la Pace).

La presentazione e il coordinamento saranno a cura di Giorgio Pedrazzi, ricercatore dell’Università degli Studi di Brescia.