I cambiamenti climatici minacciano ogni giorno la vita e l’amore di tante specie.

Nei poli l’aumento delle temperature è due volte quello registrato nel resto del Pianeta.
I ghiacciai si sciolgono, le banchise diminuiscono e gli effetti di tutto questo sono disastrosi.

In Antartide, da anni i pinguini imperatore non riescono più a trovare luoghi sicuri in cui riprodursi e nidificare, perché l’aumento delle temperature rende i ghiacci estremamente instabili, mettendo a rischio anche la sopravvivenza dei nuovi nati.

Durante la stagione riproduttiva i pinguini percorrono una marcia lunghissima ed estenuante per giungere nei luoghi di riproduzione e nidificazione. Oltre 100 km tra neve e ghiaccio, solo per incontrarsi e corteggiarsi, prima che la femmina decida a quale maschio affidare il proprio preziosissimo uovo.
Ma i cambiamenti climatici stanno rendendo questa lunga e romantica marcia quasi impossibile, e minacciano la sopravvivenza di questa specie.

Nell’Artico, la diminuzione delle banchisa rende sempre più difficile per l’Orso Polare andare a caccia di cibo, ma anche trovare il proprio partner durante la stagione degli accoppiamenti.

Nonostante il maschio sia capace di fiutare la femmina a km di distanza, a causa dello scioglimento dei ghiacciai, diventa sempre più complicato trovarsi, corteggiarsi e infine accoppiarsi e se la banchisa artica continua a diminuire a questi ritmi, entro il 2050, avremmo perso per sempre il 30% degli Orsi Polari attualmente esistenti.

A San Valentino si potrebbe donare a chi amiamo l’adozione di una specie in pericolo.
Un pinguino imperatore, oppure un orso polare.

La proposta arriva dal WWF che promette, assieme all’adozione, di spedire all’innamorato o all’innamorata uno di questi tre regali: il “Kit Peluche”, il “Kit Semplice” oppure il “Kit digitale impatto zero”. Oppure il “Kit Junior”, perfetto per bambini amanti della natura.