Tempo di lettura: 2 minuti

Ferrara. Un doppio appuntamento al Ferrara Off per il prossimo week end, lo spazio teatrale situato sulle mura della città di Ferrara. La collocazione geografica risuona con gli obiettivi dell’associazione che mira a trasformare il teatro in un baluardo, un punto di riferimento per la comunità.

Sabato 8 dicembre alle ore 21.00 andrà in scena ‘Causa di Beatificazione unplugged’ di Massimo Sgorbani, con  Matilde Vigna, suono live Alessio Foglia. Matilde Vigna, recentemente nominata al Premio Ubu 2018 come miglior attrice under 35, darà vita a tre identità femminili – una prostituta kosovara, una kamikaze palestinese, una suora nell’Italia del medioevo.

In ogni ‘canto’ uno sguardo maschile e musicale che incombe, una presenza che perseguita, che libera, che distrugge, porta alla beatificazione. Partendo dalla forza e dalla bellezza delle parole di Sgorbani, smantellando e assimilando l’idea registica di Michele Di Mauro, si entrerà nel vivo delle storie di queste tre donne: storie di dolore ed emarginazione alla ricerca di una redenzione.

Domenica 9 dicembre alle 17.30 invece, torna a Ferrara Off Giacomo Cossio che, in occasione della mostra ‘Courbet e la natura’ presso Palazzo dei Diamanti, dedica questo terzo incontro con il pubblico a Giovanni Segantini e alla profonda influenza che i lavori di Courbet hanno avuto sulle opere di questo artista.

Il bianco della neve, una certa idea di selvatico e il desiderio di rappresentare gli animali, si ritrovano come in Courbet anche in Segantini, pittore lombardo della seconda metà dell’Ottocento, indomabile e inquieto che trova nel paesaggio aspro e selvaggio dei Grigioni la sua ispirazione più profonda. L’appuntamento, con ingresso a offerta libera, è patrocinato da Ferrara Arte.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *