Tempo di lettura: 2 minuti

Pieve Terzagni (Cremona) – Dopo 7 anni di abbandono il laghetto di Pieve Terzagni è tornato a vivere, grazie alla grande disponibilità dei volontari che per oltre un mese si sono dedicati a sistemare una situazione veramente critica.

Ancora una volta il volontariato ha dato il meglio di sé” – dice Massimo Pedroni – “meriterebbero una citazione, ma si è sempre soggetti a tralasciarne qualcuno, hanno reso accogliente questo bellissimo angolo di verde e il laghetto che ci ha dato i problemi maggiori, per i danni causati dalle nutrie e nel quale poi si sono immessi 140 kg di trote. Bellissimo angolo completato anche da un importante atto di solidarietà, pro AISM, grazie alla signora Aurelia e alle figlie Anna e Martina“.

Soddisfatto il Sindaco per essere riuscito a trovare il bandolo della matassa e poter così mettere in cantiere, con la collaborazione dei volontari di G.S. Pro Loco e della FIPSAS per la quale era presente il Presidente provinciale signor Mazzoleni, il “1° raduno degli appassionati della pesca” che si è svolto regolarmente nella mattinata di domenica 27 maggio, oltre 50 i bambini partecipanti.

La gara, iniziata con un po’ di ritardo, si è chiusa con la regia del signor Bodini Luca, che ha svolto funzioni di presentatore ufficiale della manifestazione, alle 11.55. Si è poi proceduto alle pesate e alle successive premiazioni con l’assegnazione del primo trofeo Boggiani Aldo da parte del fratello Giovanni a Scandolara Julian. Sono stati poi premiati i primi tre bambini maschi: primo Zan Chen al quale è stato consegnato il primo trofeo Ivo Pasotti da parte del figlio Massimo, seguito da Ferrari Alex e Bettini Matteo.

Per le bambine prima classificata Daniel Giulia, seguita da Bruschi Zaira e Re Elena. Sono stati inoltre assegnati riconoscimenti a Vacchelli Thomas, Bruschi Juri, Pavan Chiara, Salomoni Tommaso e Tonghini Maria Sole. A parere generale si è pescato poco, hanno detto i partecipanti: “il caldo ci ha creato qualche problema” – ha detto Massimo – “purtroppo il superamento dei problemi burocratici, ci ha portati un po’ avanti nel tempo, considerando poi che la trota non è un pesce idoneo alle nostre zone“.

Allo stesso abbiamo poi chiesto se il laghetto si riaprirà l’anno prossimo? In considerazione della collaborazione avviata con la FIPSAS e della disponibilità data dai volontari per la manutenzione dell’area, si vorrebbero mettere in cantiere altre iniziative durante l’anno e anche per questo provvederemo a immettere nel laghetto specie di pesci autoctoni.

L’iniziativa si è chiusa con i ringraziamenti del signor Mazzoleni, che ha consegnato a tutti i bambini un opuscolo riguardante consigli per conoscere i pesci, la pesca e l’ecologia e del Sindaco Graziano Cominetti che, oltre a condividere i ringraziamenti a tutti i volontari che hanno consentito la realizzazione di questo bellissimo momento, ha concluso con un ricordo particolare di G.Franco Porari, Ivo Pasotti e Boggiani Aldo.

CONDIVIDI
Giampietro Masseroni
Classe 1940. ex sindaco di Pescarolo, appassionato estimatore del proprio territorio, del quale conosce- e riporta- vita, morte e miracoli...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *