Valle Camonica, Brescia. In occasione della rassegna autunnale “Del Bene e del Bello”, le giornate del patrimonio culturale della Valle Camonica, il Parco dell’Adamello organizza quattro serate aperte al pubblico dedicate alla scoperta dei vari progetti ed interventi intrapresi nel corso dell’anno.

Il territorio adamellino e, più in generale quello camuno nella totalità delle sua aree protette, saranno al centro dell’attenzione poiché sono un’unicità la cui valenza ambientale ed ecosistemica mira ad essere riconosciuta a livello mondiale attraverso la candidatura MAB (Man and Biosphere).img_6428

Quattro occasioni per divulgare le potenzialità e la bellezza del territorio della Valle Camonica e delle sue genti, con l’obbiettivo di consapevolizzare e sensibilizzare i cittadini, cercando di muovere un piccolo passo in avanti verso un futuro più equo per uomini ed ecosistemi.

Ecco il programma:

Venerdì 7 Ottobre, ore 20.30 alla sala Congressi di Borno:  PLIS “Le Dolomiti Camune, un parco locale di natura, arte e cultura”. Presentazione del PLIS “Dolomiti Camune”, proiezione del filmato “Il Mandala tibetano nelle Dolomiti Camune”, Intervallo musicale con il gruppo “Trio Jazz” accompagnato dai dolci del Consorzio della Castagna e dai vini della Cantina “Rocche dei Vigna”.Valcamonica

Venerdì 14 Ottobre, ore 20.30 al palazzo della Cultura di Breno: “Il Gruppo dell’Adamello” e la cartografia storica di Valle Camonica. Presentazione del testo tradotto in lingua italiana “Die Adamello Gruppe” di Karl Schulz (Berlino, 1893). Presentazione e inaugurazione dell’esposizione “La Valle Camonica nella cartografia pre-novecentesca: mostra antologica”, prima raccolta di cartografie storiche della Valle Camonica a cura di Umberto Monopoli. Intervallo musicale con il gruppo “Trio classico” e con dolci del Consorzio della Castagna e vini della Cantina “Rocche dei Vignali”.romanino

Giovedì 20 Ottobre, ore 20.30 a Boario Fiere sala Blu Darfo Boario Terme: “Tessere di/il paesaggio della Valle Camonica: orti, prati da sfalcio e scatti d’autore”. Il saper fare per la terra. Illustrazione del Premio “Miglior Orto Alpino 2016” a cura di Lara Giamporcaro. Illustrazione del Premio “Prati da sfalcio 2016” a cura di Guido Calvi. Illustrazione del Workshop fotografico “Pixcube in Valle Camonica” a cura di Saul Ripamonti. Presentazione Mostre: “Il Miglior Orto Alpino 2015” e della mostra “Tessere di paesaggio”, le mostre verranno trasferite dal giorno successivo presso lo IAT di Darfo Boario Terme e li ospitate sino al 29 ottobre 2016. A seguire premiazione dei vincitori dei concorsi e quattro chicchere accompagnate dai dolci del Consorzio della Castagna e dai vini della Cantina “Rocche dei Vignali”.val camonica

Venerdì 28 ottobre, ore 20.30 al museo di Scienze Naturali Lovere: “Presentazione della candidatura MAB – UNESCO della Valle Camonica”. Saluti istituzionali, proiezione dei filmati “Dolomiti Camune” e “Valle dei Segni”. “Il valore socio-economico della natura in Lombardia, i Parchi del Ticino e dell’Adamello” a cura di Mauro Masiero, Università degli Studi di Padova e TESAF: Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali. A seguire “La Valle Camonica, Riserva della Biosfera MAB: i perché della candidatura” a cura di Cesare Puzzi. “La Valle del Ticino, Riserva della Biosfera dall’anno2002: valore e opportunità del riconoscimento” a cura di Francesco Magna, funzionario del Parco del Ticino. “Il sito Unesco 94–“core area” della riserva MAB” a cura di Sergio Bonomelli, Presidente del Sito Unesco 94. “Dolce Notte”, quattro chicchere accompagnate dai dolci del Consorzio della Castagna e dai vini della Cantina “Rocche dei Vignali”.