Brescia. Per leggere il bilancio 2015 della Caritas Diocesana, presentato in questi giorni, bisogna iniziare dalla foto di copertina: dal mandorlo in fiore. E’ la prima pianta da frutto che sboccia, ancora quando il freddo imprigiona la vita e la primavera sembra lontana. Sinonimo di chi non ha timore dell’inverno, anche di quelli rigidi. Difficili.caritas rapporto annuale e dormitorio

La Caritas e tutta la comunità che ruota attorno all’idea che papa Francesco chiama “Misericordia”, è da sempre un po’ come il mandorlo. Non si arresta, non arretra, non si scoraggia dinanzi alle difficoltà che in questi tempi hanno generato situazioni di grave allarme sociale. Per la povertà in aumento, per le masse che fuggono da condizioni disumane, per l’insofferenza verso l’altro, l’incomprensione e caduta di valori, per la mancanza di lavoro e quindi di dignità.

In conseguenza sono tante le mani che bussano giornalmente alle porte della Caritas, non solo per un tozzo di pane, a volte solo per essere ascoltati. In risposta a tutto bisogna essere preparati, pronti a “fiorire come il mandorlo”, in anticipo con le soluzioni. Prima che i problemi si aggravino, prima che le persone si sentano abbandonate, all’epifania della vita.Mensa Menni

La Caritas Diocesana è una fabbrica di idee, una fucina dove i progetti si forgiano, si concretizzano, come nell’anno 2015. Già in cantiere ci sono altre idee e si stanno realizzando altri programmi innovativi per l’anno in corso, dove tutto quanto ruota attorno all’uomo e ai suoi bisogni a tutto tondo, corporali e spirituali. La Caritas è una forma di “start up della Misericordia”.

Il bilancio è una sorta di viaggio nella solidarietà che inizia con il nuovo rifugio emergenza freddo, che dallo scorso inverno ha trovato una nuova sistemazione in alcuni locali della struttura dell’ex Seminario diocesano. Si va dai centri di ascolto “porta aperta” che raccoglie situazioni di disagio a “mano fraterna” una risposta alla crisi economica con progetti di micro credito. Non sono mancati nemmeno nel 2015 i pasti caldi della mensa Menni, con una media di 1400 ospiti e 46.000 pasti distribuiti.Passi di Luce

Poi c’è il sostegno all’occupazione, un costante e caparbio impegno Caritas per l’inserimento lavorativo. In questo campo ci sono da segnalare tre nuove iniziative che verranno inaugurate il prossimo giugno. Tre progetti di agricoltura sociale per favorire l’inclusione lavorativa di giovani e adulti rimasti senza lavoro.  A passo d’asino” e “Rete agrosolidale”, due opere-segno di Caritas, due inedite esperienze in ambito zootecnico e agroalimentare, la prima per l’allevamento di asine per la produzione di latte. La seconda mette in rete aziende agricole che rischiano la chiusura per cercare soluzioni e nuove colture in forma associativa.

A fare da apripista a questi due progetti: “Latte Solidale”, un progetto pilota finalizzato all’allevamento di cavalle avelignesi per la produzione del latte, realizzato anche grazie ai fondi dell’8×1000 e scelto tra le storie da raccontare nella nuova campagna di comunicazione realizzata dal Servizio Promozione della Conferenza Episcopale Italiana. Poi sono tanti progetti internazionali.

Attorno a questi progetti e molti altri, esplicati con numeri e tabelle sul bilancio “2015 un anno con Caritas”, ruotano centinaia di volontari, molte volte giovani, che elaborano esperienze e maturano stili di testimonianza comunitaria alla carità e ai valori che il papa ha riassunto nella parola “Misericordia”.

Il commuovente video: “Chiedilo a Piero” che dopo anni di carcere e strada, a Brescia con Caritas ha trovato un aiuto e ora aiuta gli altri.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.