Tempo di lettura: 1 minuto

Parma – Un concerto dedicato al secolo della romanza da camera, esplorato attraverso la sensibilità e l’intensità delle compositrici vissute tra Ottocento e Novecento. “Muove la regina!” è il nuovo appuntamento inserito della stagione “I Concerti del Boito”, organizzati dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, che si terrà martedì 19 febbraio alle 20.30 nell’Auditorium del Carmine.

Il baritono Sergio Foresti e la pianista Claudia Rondelli hanno scelto di dare dignità al ruolo femminile nel mondo musica, dove le donne sono sempre rimaste un po’ in ombra. Verrà esplorata la produzione liederistica scritta durante il romanticismo e il decadentismo, attraversando brani inglesi, francesi, tedeschi e americani di un’epoca ricchissima che rese la voce e il pianoforte veri e propri interlocutori.

Alcune delle autrici sono mogli o sorelle di compositori illustri (Clara Wieck-Schumann, Fanny Mendelssohn, Alma Schindler-Mahler), altre no (Lili e Nadia Boulanger, Cécile Chaminade, Amy Beach, Ethel Smyth), ma tutte furono relegate a un ruolo marginale nella storia della musica. Il concerto dà quindi nuova luce a loro, le “regine”, che con una scrittura ricca di personalità e un’intensità che lascia trasparire la loro femminilità, furono musiciste validissime, complesse e tutt’altro che seconde per qualità ai compositori loro contemporanei.

Sergio Foresti e Claudia Rondelli sono concertisti e docenti del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *