Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Il musicista e cantautore bresciano Jury presenta sul palco dell’Ottava, venerdì 27 ottobre, il suo ambizioso concept-album Emerald Lullabies, uscito nel Febbraio di quest’anno. Consacrato al grande pubblico grazie al terzo posto conquistato nella seconda edizione di X Factor, Jury (classe 1986) ha pubblicato diversi singoli e spaziato fra diversi progetti collaterali fino a trovare la sua dimensione espressiva in questo disco “libero”, che rappresenta una vera e propria svolta all’interno del suo eclettico percorso artistico.

Per l’occasione sarà accompagnato dal fratello Kevin, da Michele “Poncio” Belleri e dagli archi di Federico Bianchetti (violoncello) e Giulia Mabellini (violino).

Emerald lullabies è stato e suonato da Jury, con il supporto nella produzione del fratello minore Kevin Magliolo. Esplora atmosfere acustiche e dilatate, in bilico tra folk e “baroque pop”, con sfumature crepuscolari, introspettive, al confine fra buio e luce, euforia e malinconia, musica e storytelling; un’opera complessa e ambiziosa nella concezione, che all’ascolto svela invece un’essenza semplice, immediata ed evocativa, capace di restituire la magia di immergersi in un mondo sonoro parallelo, con lentezza, senza fretta.

Jury Magliolo, in arte semplicemente Jury, inizia a suonare la chitarra all’età di sei anni, per poi perfezionare anche la voce, il piano ed il basso. Nel 2009 si classifica terzo a XFactor (seconda edizione, team capitanato da Simona Ventura), esperienza che lo lancia a livello nazionale.

Sull’onda del successo esce l’ep “Mi fai spaccare il mondo” per Sony, successivamente il cantautore bresciano intraprende un’intensa attività live in tutta Italia; apre inoltre i concerti di Alicia Keys, Joss Stone e della Dave Mattews Band e si esibisce a “Concerto per Viareggio” al fianco di artisti del calibro di Sting, Zucchero e Jeff Beck. In piazza Duomo a Brescia duetta col grande chitarrista americano Robben Ford.

Nel 2010 vola a Minneapolis, dove registra alcune canzoni con Tommy Barbarella e altri tre musicisti della band di Prince. Nel 2011 pubblica il singolo “Acrobati” con Universal e si esibisce ancora come supporter per i Jamiroquai, uno dei gruppi che lo hanno maggiormente ispirato. Nel 2013 il singolo “La pelle di Sophie” con Carosello: questa volta si esibisce come supporter per John Legend e sul palco dell’Alcatraz sold-out anche prima di Selena Gomez. Nell’estate continua a calcare importanti palchi con “Jury Acoustic Solo”, anche in occasione delle aperture dei concerti di Caro Emerald, Lisa Stansfield, Malika Ayane.

Nel novembre 2014 torna negli USA per alcuni show nei locali di New York come cantante e bassista, insieme a Matteo Breoni (batteria e voce) e Carlo Poddighe (chitarra e voce) nel “The Matt Project feat. Jury”, uno fra tutti lo storico locale The Bitter End, dove la band presenta pezzi originali e cover soul/funk/rock in lingua inglese; seguiranno altri tre minitour a New York, rispettivamente a marzo e settembre 2015 e nel settembre 2016.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *