Ferrara. Il territorio di Ferrara si sta preparando per una settimana di festa per il carnevale. È la Provincia più carnevalesca d’Italia, in pochi chilometri si può partecipare a tre eventi unici: il carnevale rinascimentale di Ferrara, il carnevale sull’acqua di Comacchio e il carnevale d’Europa di Cento. Manifestazioni uniche nel loro genere, che possono essere annoverate senza dubbio tra i carnevali più originali dello stivale.carnevale ferrara

Nella città di Ferrara si torna ai fasti di corte del ‘400 e ‘500 con il Carnevale Rinascimentale. . Quattro giorni, dal 23 al 26 febbraio, dedicati al mondo del Rinascimento con spettacoli, cene e visite guidate a tema, balli in maschera, conferenze, teatro ed iniziative per grandi e piccoli. Madrina della grande manifestazione è Eleonora d’Aragona, sposa del duca Ercole d’Este, che il 25 febbraio guiderà il corteo storico tra le vie del centro estense.

Il corteo storico, in onore di Eleonora D’Aragona, partirà alle 16.00 di sabato 25 febbraio da Palazzo Schifanoia e attraversando il cuore storico della città raggiungerà piazza Municipale, dove andrà in scena un grande spettacolo di teatro di strada. Ma tanti saranno gli eventi rinascimentali nell’ultimo lungo weekend di febbraio, tra cene di corte, commedie teatrali, spettacoli a tema, balli in maschera e concerti, visite guidate nei musei ed attività per i più piccoli.comacchio

A Comacchio si celebra la 6a edizione del carnevale sull’acqua. L’appuntamento è per domenica 26 febbraio, quando tra i suggestivi ponti e canali del centro storico sfileranno 11 barche dalle forme più originali. A condurle, figuranti con costumi d’epoca, mentre gruppi mascherati riempiranno le vie della città. Si comincia alle 10.30 con la sfilata dei bambini, poi per tutto il giorno ci sarà spazio per giochi, giostre, animazioni, musica e spettacoli itineranti. Fino alla premiazione delle maschere e dell’imbarcazione più originale, che riceverà la tradizionale Forcola.cento

Il Carnevale d’Europa, uno dei più importanti in Italia, è a Cento. Una grande festa, in scena domenica 26 febbraio e del 5 e 12 marzo, dedicata alle arti, mestieri e tradizioni della città, con sfilate di scenografici carri allegorici e tanti eventi collaterali dalle 14.00 alle 18.30. Le prime testimonianze sul Carnevale di Cento risalgono al 1600 negli affreschi del Guercino. Le società carnevalesche invece sono nate nel 1947 e nel 1990 il Carnevale ha assunto dimensioni internazionali, con il gemellaggio con Rio de Janeiro. Ballerine e percussionisti brasiliani animeranno infatti spettacoli in piazza, mentre il gran finale ci sarà l’ultima domenica con la premiazione del carro vincitore.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.