Tempo di lettura: 4 minuti

Ferrara. Il carnevale nella terra ferrarese degli Estensi vanta una tradizione che si tramanda del XV secolo, compete ad alta voce con il blasonato veneziano, un’esplosione di colori in un turbinio di maschere d’epoca, balli spettacoli, sbandieratori. Fanno eco all’evento in città il Carnevale sull’acqua di Comacchio e le sfilate dei carri a Cento, insomma il prossimo week end e quello successivo la terra ferrarese è sinonimo di grande festa e allegria.

Il Carnevale tra le larghe mura della città di Ferrara, sarà celebrato nel fine settimana del 23 e 24 febbraio e del 2 e 3 marzo per la nuova edizione del Carnevale degli Este. Le splendide e grandi piazze del centro ferrarese, i suoi palazzi che ancora oggi raccontano le meraviglie storico-artistiche del Rinascimento e l’imponente Castello Estense, si animeranno di cortigiani e principesse, dame e cavalieri, maschere e simboli della natura vegetale per un ricco programma di eventi che renderà i visitatori protagonisti. Un Carnevale fuori dal comune ed esclusivo quello che ogni anno si celebra a Ferrara.

Madrina del Carnevale degli Este 2019 sarà Lucrezia Borgia, la duchessa di Ferrara che illuminò la città di cultura, scelta per celebrare il cinquecentenario della sua morte, sulla scorta del celebre dipinto di Bartolomeo Veneto che la ritrae in veste di Flora, nome tutelare della vegetazione. Per questo, i travestimenti in maschera di questo Carnevale avranno come tema il regno vegetale di piante, alberi, fiori e frutti che ornavano, anche simbolicamente, l’ambiente rinascimentale ferrarese.

Sarà un’immersione nella natura e nel mondo degli Este, tra banchetti e cene di corte, duelli e giostre degli armati, feste sfarzose, spettacoli di musica e danza, il teatro comico di Plauto (che a Ferrara fu ripreso dagli estensi), riti, visite guidate a tema, conferenze ed eventi. Inoltre, i visitatori saranno coinvolti in esperienze particolari: potranno assistere allo spettacolo della proiezione sulle mura interne della Casa Romei delle policromie che in origine affrescavano questa bellissima abitazione del XV secolo; prendere parte al corteo storico in costume d’epoca rinascimentale a seguito di Lucrezia Borgia, impersonata da un’attrice professionista; potranno sperimentare la paurosa durezza del processo e della tortura medievale; scoprire i significati simbolici della natura e cultura rinascimentale grazie agli eventi e visite guidate organizzate dalle associazioni ferraresi e i musei civici e statali della città.

A Comacchio la gigantesca, variopinta  parata di barche allegoriche darà spettacolo lungo i canali del centro storico, accompagnata da cortei in maschera, esibizioni di danza e da una miriade di spettacoli itineranti. Non mancheranno le sorprese, il Carnevale sull’acqua va in scena a Comacchio il 24 febbraio e il 3 marzo. Dalle ore 14 una sfilata di gruppi mascherati e barche allegoriche lungo le vie e i canali di Comacchio con partenza dal ponte monumentale dei Trepponti, dalle barche verranno lanciati gadget per tutti i bambini. Sarà allestito un mercatino lungo le vie del centro storico di Comacchio e per in bambini sarà allestita un Paese dei Balocchi, un area a loro interamente dedicata con animazione e giri in barca.

A Cento il Carnevale d’Europa sfila nel suggestivo centro storico della città, dove le splendide creature di cartapesta fanno il loro spettacolo di maschere e gruppi in costume in una cornice davvero unica, quella di piazza Guercino. Ogni domenica di dalle ore 14 alle ore 18.30 il Corso Guercino e la sua piazza sarà infatti un tripudio di maschere, colori, animazione, musica e balli per festeggiare al meglio la “festa più pazza dell’anno”. L’ultima domenica di carnevale in calendario ci sarà il gran finale con la proclamazione e premiazione del carro vincitore, il tradizionale testamento e nel piazzale della Rocca il suggestivo rogo di Tasi, maschera tradizionale centese per finire con il coinvolgente spettacolo piromusicale che chiude in bellezza l’evento carnevalesco.

Oltre alla travolgente sfilata in corso Guercino, il pubblico potrà assistere allo spettacolo sul palco centrale di piazza Guercino, con scatenati gruppi musicali, testimonial famosi ma soprattutto il caloroso e colorato gruppo di ballerine e percussionisti brasiliani, a suggellare lo storico gemellaggio con il famoso Carnevale di Rio de Janeiro. Oltre allo spettacolo carnevalesco in sfilata e sul palco di piazza Guercino, il Cento Carnevale d’Europa si arricchisce anche di eventi collaterali che offrono al turista tante allettanti proposte turistico – culturali e non solo. Da eventi sportivi, a iniziative enogastronomiche, dall’arte al ballo, da incontri didattici ad aperitivi culturali, saranno davvero tante le proposte che il turista potrà scegliere per trascorrere nel migliore dei modi il weekend di festa ed avere un assaggio di quello che questa “terra godereccia” può offrire anche durante l’anno.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *