Castel Goffredo (Mantova) – Venerdì 5 febbraio. dalle ore 15, è in programma la nuova edizione del carnevale più antico del mantovano. La prima edizione del Venerdì Gnoccolaro si è svolta nel 1872 ma la tradizione carnevalesca ha origini seicentesche.

re gnocco 2016 - locandinaIl carnevale è organizzato come da tradizione dall’Associazione del Venerdì Gnoccolaro, con il patrocinio della città di Castel Goffredo.

Sia al pomeriggio che alla sera i partecipanti possono degustare gratuitamente gli gnocchi al sugo.

La fortunata scoperta di un manifesto del 1875 ha dato la possibilità di datare al 1872 la nascita del Venerdì Gnoccolaro che ha la sua maschera caratteristica in RE GNOCCO, figura maschile, rigorosamente nativa di Castel Goffredo, amante degli gnocchi e dalla stazza possente, un monarca dai pieni poteri ma ridanciano, gran mangiatore e bevitore, tutto dedito alla felicità dei propri sudditi.

Nel giorno della sua incoronazione (l’unico giorno nel quale è Re) egli domina incontrastato e gli stessi pubblici amministratori devono fare atto di devota sottomissione. Ogni anno il Re lancia un proclama con il quale indice la gran festa, la tradizione vuole che l’ultimo venerdì di Carnevale siano allestite cucine operose e cantine effervescenti, gli gnocchi sono cotti e conditi alla presenza del popolo affamato al quale sono distribuiti gratuitamente annaffiati da vino generoso a seguito dell’ordine del Re Gnocco.