Ferrara torna ai gloriosi fasti del Rinascimento, con il Carnevale degli Este, i duchi che resero grande la città, oggi proclamata Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Dall’8 all’11 febbraio, si potrà vivere un viaggio in maschera nella Ferrara del ‘400 e ‘500: nei bellissimi palazzi antichi, nelle grandi piazze e nelle strade del centro storico torneranno dame e cavalieri, nobili e signori, tra eventi culturali, spettacoli, teatro, musica, laboratori per bambini, duelli, feste e banchetti rinascimentali.

Un Carnevale unico nel panorama italiano, organizzato dall’Ente Palio di Ferrara e incentrato quest’anno sul tema dei “Segni Zodiacali”, che ricorre nella trama degli affreschi del Salone dei Mesi di Palazzo Schifanoia, ideati da Pellegrino Prisciani, filosofo delle arti e astrologo alla corte degli Estensi. A lui sono dedicate, nelle 4 giornate del Carnevale degli Este, diverse conferenze, percorsi di visita animati, laboratori.

Tanti gli eventi nel fine settimana nel Castello Estense e nei musei della città, occasione per scoprire storie e arti del Rinascimento ferrarese e poi deliziarsi con i menu a tema arricchiti da intermezzi teatrali di danza, spettacoli di bandiere, armi e fuoco. Nel pomeriggio di sabato 10 febbraio, si potrà partecipare ai suggestivi cortei storici, che dalle varie contrade convergeranno in Piazza Castello, in compagnia del duca Ercole I e di Pellegrino Prisciani.

Per vivere il Carnevale degli Este, si possono prenotare i pacchetti turistici del Consorzio Visit Ferrara, che unisce circa 90 operatori di tutta la provincia.

A pochi chilometri da Ferrara, a Cento c’è il Carnevale d’Europa. Colorate creature di cartapesta sfilano ogni domenica: l’11, il 18 e il 25 febbraio, nel centro storico, tra maschere, gruppi in costume e musica, dalle 14.00 alle ore 18.30. Il gran finale è previsto per l’ultima domenica di Carnevale, con la proclamazione del carro vincitore e un coinvolgente spettacolo piromusicale. Tanti gli eventi collaterali e le danze del gruppo di ballerine e percussionisti brasiliani, che suggellano lo storico gemellaggio con il famoso Carnevale di Rio de Janeiro.

A Comacchio il Carnevale è sull’acqua. Barche allegoriche e gruppi mascherati sfilano lungo le vie e i canali della bellissima città lagunare, partendo dal monumentale Ponte dei Trepponti. Lo spettacolo è domenica 11 febbraio, a partire dalle 14.30. Tanti i giochi, le animazioni, la musica, i mercatini. E non mancheranno caramelle, crostoli, dolciumi e coriandoli per tutti i bambini. In occasione del Carnevale sull’Acqua, il Museo Delta Antico resterà aperto con orario continuato: dalle 10.00 alle 17.00. Alle 11.30 sarà possibile partecipare ad una visita guidata gratuita, compresa nel costo del biglietto d’ingresso.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.